Unità astronomica

unità di misura pari alla distanza media tra Terra e Sole
Unità astronomica
Astronomical unit.png
La linea grigia indica la distanza Terra-Sole, che in media è circa 1 unità astronomica.
Informazioni generali
SistemaSA
Grandezzalunghezza
Simboloau, AU, UA, A
Conversioni
1 au in... ...equivale a...
Unità SI1,495978707 × 1011  m
Unità CGS1,495978707 × 1013  cm
Unità US/Imp≈5,89 × 1012  in
≈4,908 × 1011  ft
≈1,636 × 1011  yd
≈9,296 × 107  mi
Unità di Planck≈9,35 × 1045  lP
Unità atomiche≈2,827 × 1021  a0

L'unità astronomica (simbolo ufficiale: au) che rappresenta circa la distanza tra Terra-Sole è definita dal 2012 (28ª assemblea generale dell'Unione astronomica internazionale) come il valore esatto di[1] [2][3].

     1au = 149 597 870 700 m

Questa costante di lunghezza viene impiegata (con dei valori leggermente variabili in passato a seconda della fonte) da decenni in astronomia come unità di misura delle distanze astronomiche: nasce come il valore della distanza media tra il pianeta Terra e il Sole (che oscilla appunto attorno ai 150 milioni di km). Sebbene non rientri tra le unità di base del Sistema internazionale, il suo uso è tollerato: rientra nel sistema astronomico di unità di misura, per quanto sia preferito il parsec, molto più comodo.

Nella sua orbita durante l'anno, la Terra varia lievemente (con uno scarto pari a circa il 3.5%) la sua distanza dal Sole, da un minimo di circa 147 milioni di chilometri (perielio) a un massimo di circa 152 milioni di chilometri (afelio).

Per le sue dimensioni l'unità astronomica viene utilizzata soprattutto per misurare distanze all'interno del sistema solare; per misure superiori, intra o extra-galattiche, gli astronomi preferiscono utilizzare l'anno luce o il parsec[4].

Cenni storiciModifica

Questa costante di lunghezza viene impiegata (con dei valori leggermente variabili in passato a seconda della fonte) da decenni in astronomia come unità di misura delle distanze astronomiche: nasce come il valore della distanza media tra il pianeta Terra e il Sole (che oscilla appunto attorno ai 150 milioni di km).

Nel 1977 il valore dell'unità astronomica era stato poi ridefinito come il raggio di un'orbita circolare lungo la quale un corpo di massa trascurabile, libero da perturbazioni, orbiterebbe intorno al Sole in   giorni, dove k è la costante gravitazionale di Gauss.[5]

Durante la stessa assemblea fu raccomandato il simbolo au, che è diventato lo standard negli anni seguenti nelle riviste scientifiche specializzate[6][7]. Anteriormente erano stati usati vari simboli come A, UA, ua (simbolo raccomandato nel 2006 dal BIPM[8] con lo standard ISO/IEC 80000, ma successivamente nel 2014[3] passò a usare au).

Le distanze nel sistema solareModifica

Questo è l'elenco dei pianeti del sistema solare con la relativa distanza media dal Sole in unità astronomiche:

Mercurio 0,387 au
Venere 0,723 au
Terra 0.96 - 1.04  au
Marte 1,524 au
Cerere 2,765 au (pianeta nano)
Giove 5,209 au
Saturno 9,539 au
Urano 19,18 au
Nettuno 30,06 au
Plutone 39,44 au (pianeta nano)
Haumea 43,34 au (pianeta nano)
Makemake 45,39 au (pianeta nano)
Eris 68,07 au (pianeta nano)
Sedna afelio ~900 au – perielio ~76 au.

Per confronto, la stella più vicina (Proxima Centauri, parte del sistema di Alpha Centauri) si trova a circa 268 000 au di distanza.

Esempi di distanze spaziali in unità astronomicheModifica

  • La fascia di Kuiper inizia a circa 35 au
  • La fine della fascia di Kuiper è a 50-55 au
  • L'orbita del pianeta nano Sedna è compresa tra 76 e 942 au dal Sole; Sedna è ora a circa 90 au dal Sole
  • 75-90 au: fine della termination shock
  • 100 au: fine dell'eliosfera
  • 139 au: Voyager 1 ha raggiunto questa distanza il 1º luglio 2017, ed è l'oggetto più lontano dalla Terra mai creato dall'uomo
  • 100-150 au: fine del disco diffuso
  • 500-3000 au: inizio della nube di Oort
  • 20 000 au: fine della nube di Oort interna e inizio della nube di Oort esterna
  • 50 000 au: possibile fine della nube di Oort esterna (0,8 a.l.)
  • 100 000 au: possibile massima estensione della nube di Oort (1,6 a.l.)
  • 125 000 au: estensione massima della regione di spazio dominata dal campo gravitazionale del Sole e inizio dello spazio interstellare; questa distanza è di circa 1,8-2 anni luce
  • La distanza del Sole dal centro della Via Lattea è circa di 1 700 000 000 au (26 881 a.l.)

Fattori di conversioneModifica

NoteModifica

  1. ^ (PDF) http://www.iau.org/static/resolutions/IAU2012_English.pdf
  2. ^ International Astronomical Union (a cura di), RESOLUTION B2 on the re-definition of the astronomical unit of length (PDF), in RESOLUTION B2, Beijing, China, International Astronomical Union, 31 agosto 2012.
    «The XXVIII General Assembly of International Astronomical Union … recommends … 5. that the unique symbol "au" be used for the astronomical unit.».
  3. ^ a b SI Brochure: The International System of Units (SI) [8th edition, 2006; updated in 2014], BIPM, 2014. URL consultato il 3 gennaio 2015.
  4. ^ Essendo il parsec definito a partire dall'unità astronomica, il rapporto tra queste due unità è indipendente dal valore scelto per quest'ultima.
  5. ^ Wolfram Research - ScienceWorld
  6. ^ Manuscript Preparation: AJ & ApJ Author Instructions, in American Astronomical Society. URL consultato il 29 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2016).
    «"Use standard abbreviations for SI... and natural units (e.g., au, pc, cm)."».
  7. ^ Monthly Notices of the Royal Astronomical Society: Instructions for Authors, in Oxford Journals. URL consultato il 20 marzo 2015.
    «"The units of length/distance are Å, nm, µm, mm, cm, m, km, au, light-year, pc.».
  8. ^ The International System of Units (SI brochure): 8th edition, 2006

BibliografiaModifica

  • (EN) Clemence, G. M., The Scale of the Solar System, in Journal of the Royal Astronomical Society of Canada, vol. 60, nº 4, 1966, pp. 167-176. URL consultato il 7 marzo 2012.

Voci correlateModifica

Controllo di autoritàGND (DE1077621957