Lüderitz

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il comune tedesco, vedi Lüderitz (Germania).
Lüderitz
città
Lüderitz – Stemma
Lüderitz – Veduta
Localizzazione
StatoNamibia Namibia
RegioneKaras
Distretto elettoraleLüderitz
Amministrazione
SindacoHambelela Suzan Ndjaleka (SWAPO) dal 27/11/2010
Data di istituzione12 maggio 1883
Territorio
Coordinate26°38′52″S 15°09′28″E / 26.647778°S 15.157778°E-26.647778; 15.157778 (Lüderitz)Coordinate: 26°38′52″S 15°09′28″E / 26.647778°S 15.157778°E-26.647778; 15.157778 (Lüderitz)
Altitudinem s.l.m.
Superficie112,9 km²
Abitanti12 500 (2011)
Densità110,72 ab./km²
Altre informazioni
Lingueinglese, afrikaans, tedesco
Prefisso6331
Fuso orarioUTC+1
TargaL
Cartografia
Mappa di localizzazione: Namibia
Lüderitz
Lüderitz
Sito istituzionale

Lüderitz (antico nome portoghese: Angra Pequena, "piccola insenatura"; dal 1487 al 1883) è una cittadina situata nel sud ovest della Namibia di 12 500 abitanti. È chiamata la "Monaco del deserto" (München in der Wüste) per le sue strutture d'arte tipicamente bavarese.

Qua nacque il politico Anton Lubowski.

GeografiaModifica

La cittadina sorge lungo la costa atlantica e più precisamente sulle rive della poco profonda baia di Lüderitz. A est, la città è circondata dal deserto, mentre a sud si estende il solitario Sperrgebiet.

StoriaModifica

I primi insediamenti di cui si ha notizia risalgono al 1487 quando Bartolomeo Diaz arrivò in questa terra.

Nel 1886 le venne attribuito il nome dal commerciante di tabacco Adolf Lüderitz[1], che aveva iniziato la penetrazione coloniale tedesca nella regione africana occidentale partendo proprio dalla baia di Angra Pequena, da lui acquistata da un capo locale tre anni prima[2]. Attratto dalla prospettiva di ricchi giacimenti di metalli preziosi, non fu fortunato nella sua ricerca e dopo la sua morte e la cittadina subì un enorme crisi per poi risollevarsi grazie alla pesca.

Durante le guerre herero, la prospiciente Shark Island ospitò l'omonimo campo di concentramento, nel quale furono rinchiusi migliaia di individui - uomini, donne e bambini - appartenenti alle popolazioni herero e nama. Fu principalmente colonizzata dai tedeschi, in seguito dagli inglesi e dai boeri.

Galleria d'immaginiModifica

Vista della Felsenkirche e di Lüderitz

NoteModifica

  1. ^ (EN) History, su luderitz-tc.com. URL consultato il 18 giugno 2020.
  2. ^ (EN) E. Jenkins, Jr., Pan-African Chronology II: A Comprehensive Reference to the Black Quest for Freedom in Africa, the Americas, Europe and Asia 1865-1915, McFarland's anc Company Publishers, 1998, p. 178, ISBN 978-0-7864-4506-6. URL consultato il 18 giugno 2020.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • (EN) Sito di Lüderitz, su luderitztowncouncil.com.na. URL consultato l'11 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 16 ottobre 2012).
Controllo di autoritàVIAF (EN153630055 · LCCN (ENn82112434 · GND (DE4036500-1 · WorldCat Identities (ENlccn-n82112434
  Portale Africa del Sud: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa del Sud