Apri il menu principale
La singolare vita di Albert Nobbs
Dramma
AutoreSimone Benmussa
Titolo originaleLa Vie singulière d'Albert Nobbs
Lingua originaleInglese
AmbientazioneDublino
Prima assolutaNovembre 1977, Parigi
Prima rappresentazione italiana1991
Teatro delle Arti, Roma
Riduzioni cinematograficheAlbert Nobbs di Rodrigo García (1962)
 

La singolare vita di Albert Nobbs (La Vie singulière d'Albert Nobbs) è un'opera teatrale della drammaturga francese Simone Benmussa, tratta da una novella di George Moore. Diverse attrici si sono cimentate nel ruolo di Albert, tra cui Susannah York (Londra, 1978), Glenn Close (New York, 1982), Aurore Clément (Parigi, 1988) e Maddalena Crippa (Roma, 1991).[1]

TramaModifica

Nella Dublino vittoriana il cameriere Albert Nobbs nasconde un particolare segreto: è una donna, che per protezione e per trovare più facilmente lavoro si veste da uomo. Dopo una vita passata in abiti maschili, Albert incontra Hubert Page, una donna che si finge uomo per poter fare l'imbianchino. Albert scopre che la donna ha una moglie e una felice vita familiare e decide di mettersi alla ricerca di una donna capace di accettarla per quello che è e con cui possa passare il resto della sua vita.

NoteModifica

  1. ^ CHI E' ALBERTO NOBBS? - la Repubblica.it, su Archivio - la Repubblica.it. URL consultato il 17 marzo 2016.