Apri il menu principale
Illustrazione artistica del volo di Lagâri Hasan Çelebi

Lagâri Hasan Çelebi (... – ...) sarebbe stato un leggendario aviatore ottomano il quale, secondo il racconto di Evliya Çelebi, nel 1633 avrebbe compiuto un volo su un razzo propulso a polvere nera, al termine del quale sarebbe ammarato sano e salvo.

Indice

Racconto della vicendaModifica

Evliya Çelebi scrisse che nel 1633 Lagari Hasan Çelebi si lanciò con un razzo costituito da una specie di gabbia metallica con 7 alette, propulso da 50 occa (circa 60 kg) di polvere nera. Il razzo sarebbe partito dal promontorio Sarayburnu, ai piedi del Palazzo Topkapı di Istanbul. Secondo il narratore il volo sarebbe stato compiuto in occasione della nascita della figlia del sultano Murad IV, e Lagâri prima del lancio avrebbe detto "O mio sultano! Sii benedetto, vado a parlare con il profeta Gesù!". Al termine del volo, che avrebbe raggiunto i 300 m di quota, Lagâri sarebbe atterrato in mare aiutandosi con una sorta di paracadute o di ali per planare e nuotando poi fino a riva, dicendo infine "O mio sultano! Il profeta Gesù vi manda i suoi saluti!"; il sovrano l'avrebbe quindi ricompensato con dell'argento e il grado di spahi dell'esercito ottomano.[1][2][3]

Çelebi raccontò anche di un altro volo, compiuto l'anno precedente da Hezârfen Ahmed Çelebi, fratello di Lagarî, effettuato con un aliante.[4]

Nella cultura di massaModifica

 
Riproduzione moderna del razzo di Çelebi

Il film Istanbul Beneath My Wings (1996) è ispirato alle figure di Lagâri Hasan Çelebi e suo fratello Hezârfen Ahmed nel contesto della società Ottomana degli inizi del XVII secolo, basandosi sui racconti di Evliya Çelebi.[5]

Il mito del volo di Çelebi è stato oggetto dell'episodio Crash and Burn della serie televisiva MythBusters, andato in onda originariamente l'11 novembre 2009. Il build team ha tentato di costruire un razzo analogo a quello usato da Çelebi, impiegando materiali moderni: la struttura è stata realizzata in metallo, per la propulsione la polvere nera è stata sostituita con una quantità equivalente di un più sicuro propellente per motore a reazione e il meccanismo che avrebbe dovuto garantire l'atterraggio del manichino Buster era un paracadute munito di un sistema ad apertura automatica. L'esperimento non è riuscito, il razzo si è incendiato in volo ed è precipitato prima di raggiungere la quota desiderata, inoltre il paracadute non si è aperto. Il team ha osservato che Çelebi non ha indicato con sufficiente accuratezza l'equipaggiamento usato nel volo, sostenendo che sarebbe stato estremamente difficile per un uomo del XVII secolo costruire un razzo funzionante di quel tipo e riuscire a sopravvivere al volo.[6]

NoteModifica

  1. ^ Winter, Frank H. (1992). "Who First Flew in a Rocket?", Journal of the British Interplanetary Society 45 (July 1992), p. 275-80.
  2. ^ John Harding, Flying's strangest moments: extraordinary but true stories from over one thousand years of aviation history, Robson Publishing, 2006, p. 5, ISBN 1-86105-934-5.
  3. ^ Gerard DeGroot, Dark Side of the Moon: The Magnificent Madness of the American Lunar Quest, Random House, 2010, p. 1, ISBN 978-1-4464-2479-7.
  4. ^ Çelebi, Evliya (2003). Seyahatname. Istanbul: Yapı Kredi Kültür Sanat Yayıncılık, p. 318.
  5. ^ (EN) Istanbul Beneath My Wings, su Internet Movie Database, IMDb.com.
  6. ^ MythBusters: episodio 7x17, Crash and Burn, Discovery Channel, 11 novembre 2009. URL consultato il 31 dicembre 2013.
    (EN)

    «[00:05:35] So, unfortunately with myths of this kind, there's no one single version of the story, which means that there's no one definitive rocket design for us to build. ... [00:42:54] First of all, the 140 pounds of black powder that he's supposed to have used as his propellant would have been extremely dangerous to handle, not to mention containing all of that explosive force and converting it to thrust would have been extremely difficult. ... [00:43:11] And second, the materials that we have available today, all the modern steel alloys, and all the fabrication techniques, like welding — he didn't have any of that.»

    (IT)

    «[00:05:35] Sfortunatamente con miti di questo genere non c'è una singola versione della storia, per cui non c'è per noi un progetto definitivo di razzo da costruire ... [00:42:54] Prima di tutto, le 140 libbre di polvere nera che si suppone abbia usato come propellente sarebbero estremamente pericolose da maneggiare, senza contare che contenere tutta la loro energia esplosiva e trasformarla in spinta sarebbe estremamente difficile ... [00:43:11] Secondo, i materiali che noi abbiamo a disposizione oggi, tutte le leghe di acciaio moderne e i processi produttivi come la saldatura — lui non aveva a disposizione niente di tutto ciò.»

Voci correlateModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie