Lanfranco da Oriano

Lanfranco da Oriano, latinizzato come Lanfrancus de Oriano (Oriano, 1398 circa – Brescia, 1488), è stato un giurista italiano del XV secolo.[1]

Practica iudiciaria, 1538

Fu giureconsulto e professore di diritto a Padova; scrisse apprezzate opere sul diritto processuale.[1]

BiografiaModifica

 
Repetitio ad D. 12.2.31, manoscritto, XV secolo.

Nacque intorno al 1398 a Brescia, più precisamente a Oriano.[1]

Studiò probabilmente a Pavia, dove fu allievo di Pietro Besozzi, conseguendo il dottorato in utroque iure.[1]

Nel 1450 circa era a Padova, dove ricoprì incarichi pubblici, iniziando al contempo a insegnare all'università.[1] Nel 1455 si trasferì per breve tempo a Trento per ricoprire la carica di podestà.[1] Si trasferì subito dopo a Ferrara, dove fu docente straordinario di diritto canonico all'università tra il 1456 e il 1457; ritornò quindi a Padova per insegnare la stessa materia dal 1459 al 1463.[1]

I numerosi trattati scritti da Lanfranco da Oriano spaziano dal diritto civile al diritto canonico, con un particolare interesse per il diritto processuale.[1]

Morì nel 1488 a Brescia, dove aveva trascorso l'ultima parte della sua vita, venendo sepolto nella cattedrale cittadina.[1]

OpereModifica

ManoscrittiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b c d e f g h i DBI.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN54503508 · ISNI (EN0000 0001 0903 0060 · SBN BVEV028526 · CERL cnp02156518 · LCCN (ENn99037916 · GND (DE100951503 · BNE (ESXX5485601 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n99037916