Apri il menu principale
Liestal
città
Liestal – Stemma
Liestal – Veduta
Localizzazione
StatoSvizzera Svizzera
CantoneCoat of arms of Kanton Basel-Landschaft.svg Basilea Campagna
DistrettoLiestal
Amministrazione
Lingue ufficialiTedesco
Territorio
Coordinate47°29′02″N 7°44′06″E / 47.483889°N 7.735°E47.483889; 7.735 (Liestal)Coordinate: 47°29′02″N 7°44′06″E / 47.483889°N 7.735°E47.483889; 7.735 (Liestal)
Altitudine327 m s.l.m.
Superficie18,21 km²
Abitanti14 148 (2016)
Densità776,94 ab./km²
FrazioniGestadeck
Comuni confinantiArisdorf, Bubendorf, Frenkendorf, Füllinsdorf, Hersberg, Lausen, Nuglar-Sankt Pantaleon (SO), Seltisberg
Altre informazioni
Cod. postale4410
Prefisso061
Fuso orarioUTC+1
Codice OFS2829
TargaBL
Nome abitantiliestaler
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Liestal
Liestal
Liestal – Mappa
Sito istituzionale

Liestal (toponimo tedesco) è un comune svizzero di 14 148 abitanti del Canton Basilea Campagna, nel distretto di Liestal; ha lo status di città ed è la capitale del cantone e il capoluogo del distretto.

Geografia fisicaModifica

Situata a 6 km a sud di Augst e 17 km a sud-est di Basilea, si è sviluppata sugli ultimi contrafforti del Massiccio del Giura.

StoriaModifica

Monumenti e luoghi d'interesseModifica

 
La chiesa riformata
 
La chiesa cattolica di San Nicolao della Flüe
  • Chiesa riformata (già di San Martino), attestata dal XIII secolo[1];
  • Chiesa cattolica di San Nicolao della Flüe, eretta nel 1866 e ricostruita nel 1961 da Fritz Metzger[1].

SocietàModifica

Evoluzione demograficaModifica

L'evoluzione demografica è riportata nella seguente tabella[1]:

Abitanti censiti

 

Infrastrutture e trasportiModifica

Liestal è servita dall'omonima stazione sulle ferrovie Basilea-Olten e Waldenburgerbahn.

AmministrazioneModifica

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.

NoteModifica

  1. ^ a b c Jürg Ewald, Dominik Wunderlin, Liestal, in Dizionario storico della Svizzera, 14 gennaio 2010. URL consultato il 15 settembre 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN133709409 · LCCN (ENn82029131 · GND (DE4099638-4 · WorldCat Identities (ENn82-029131
  Portale Svizzera: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Svizzera