Apri il menu principale
Scorcio del Monte Nevoso, da dove iniziava la linea Ingrid

La linea Ingrid fu una linea difensiva creata dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale nella Venezia Giulia. Questa partiva dal massiccio del monte Nevoso, attraversava il monte Trestenico e il monte Clana fino a Fiume passando vicino alle sorgenti del fiume Eneo[1].

Indice

StoriaModifica

La linea venne presidiata da unità del 97º corpo d'armata germanico e mantenuta praticamente fino all'arrivo delle truppe Alleate, contrastando la pressione dei partigiani jugoslavi, in particolare quelli del IX Korpus sloveno e unità croate.

Eventi collegatiModifica

Nel periodo noto come la corsa per Trieste, precisamente nel marzo del 1945, un esponente della resistenza italiana e ufficiale di collegamento con le unità militari di stanza presso Fiume, Raoul Sperb, invitò i membri del CLN a valutare misure che prevenissero o contrastassero l'avanzata jugoslava verso la città e spingessero gli Alleati ad intervenire direttamente; dopo un mese, con gli Alleati in marcia verso Trieste, fu arrestato e fucilato dai tedeschi[1].

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Babič Branko, Primorska ni klonila. Spomini na voina leta, Lipa, Koper 1982.
  • Barral Gianni, Borovnica '45. Al confine orientale dell'Italia. Memorie di un ufficiale italiano, Paoline, Milano 2007.
  • Cattaruzza Marina, L'Italia e il confine orientale, Il Mulino, Bologna, 2007.
  • Cox Geoffrey, La corsa per Trieste, LEG, Gorizia 1985.
  • Di Giusto Stefano, Operationszone Adriatisches Kűnstenland. Udine Gorizia Pola Fiume e Lubiana durante l'occupazione tedesca 1943 – 1945, Istituto friulano per la storia del movimento di liberazione, Udine 2005.
  • Francesconi Teodoro, Battaglione bersaglieri volontari "Benito Mussolini": combattere per l'onore d'Italia, 1943-1945, Marvia, 2004
  • La Perna Gaetano, Pola, Istria, Fiume 1943-1945. La lenta agonia di un lembo d'Italia, Mursia, Milano, 1993.
  • Macmillan Harold, Diari di guerra, Il Mulino, Bologna 1987
  • Petelin Stanko, La liberazione del Litorale Sloveno, Pretori, Gorizia, 1999.
  • Pupo Raoul, Trieste '45, Laterza, Roma - Bari, 2010.
  • Savorgnan di Brazzà Alvise, La Resistenza osovana nella bassa friulana sulla via verso Trieste, "Storia contemporanea in Friuli", 1972, n. 2-3.
  • Savorgnan di Brazzà Alvise, La verità su Trieste, Edizioni LINT, Trieste 1980.
  • Troha Nevenka, La liberazione di Trieste e la questione del confine orientale (settembre 1944 – maggio 1945), “Qualestoria”, 2006, n.1
  • Valdevit Giampaolo, La questione di Trieste 1941-1954. Politica internazionale e contesto locale, Franco Angeli, Milano, 1986.
  • Valdevit Giampaolo (a cura di), La crisi di Trieste. Maggio-giugno 1945. Una revisione storiografica, Trieste, Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nel Friuli Venezia Giulia, Trieste, 1995.
  • Valdevit Giampaolo, Il dilemma Trieste. Guerra e dopoguerra in uno scenario europeo, Libreria Editrice Goriziana, Gorizia, 1999.