Lingua dei segni internazionale

lingua dei segni sviluppata dalla fondazione del WFD nel 1950

La lingua dei segni internazionale[1] (ISL, International Sign Language), detta anche Signuno o Gestuno, è una lingua dei segni sviluppata dalla World Federation of the Deaf negli anni '50, per permettere la comunicazione tra persone sorde anche se di diversa nazionalità, e quindi usanti diverse lingue dei segni.

Lingua dei segni internazionale
International Sign, Gestuno, Signuno
Parlato inWorld Federation of the Deaf
Tassonomia
Filogenesisviluppato dalla ASL, LSF, BSL, LIS e dall'esperanto
Codici di classificazione
ISO 639-2ils
ISO 639-3ils (EN)
Glottologinte1259 (EN)
Manalfabeto.png
Alfabeto del signuno

Anche se durante i congressi organizzati dalla Federazione Mondiale dei Sordi, a partire dal 1951, i partecipanti erano in grado di comunicare tra loro e condurre molte delle attività previste dal programma pur provenendo da diversi Paesi, è stato deciso di codificare una lista di segni "internazionali", che facilitasse il superamento delle barriere linguistiche. A questo scopo fu creata una Commissione Internazionale di esperti della Federazione Mondiale dei Sordi che nel 1975 pubblicò il volume intitolato Gestuno. International Sign Language of the Deaf / Langage Gestuel International des Sourds[2][3], in cui erano stati selezionati circa 1500 segni spontanei e più usati dai sordi di diversi Paesi.
Trattandosi di una proposta esclusivamente lessicale, negli anni 2000 Gestuno è stato utilizzato, talvolta, in contesti di incontri internazionali, senza però acquisire mai le caratteristiche di una vera e propria lingua[4].

NoteModifica

  1. ^ Ethnologue: International Sign, su ethnologue.com.
  2. ^ (EN) World Federation of the Deaf Unification of Signs Commission, GESTUNO: International Sign Language of the Deaf : Langage Gestuel International Des Sourds : the Rev. and Enlarged Book of Signs Agreed and Adopted by the Unification of Signs Commission of the World Federation of the Deaf, British Deaf Association, 1975. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  3. ^ (FR) World Federation of the Deaf Unification of Signs Commission, Gestuno: International Sign Language of the Deaf, British Deaf Association [for] the World Federation of the Deaf, 1975, ISBN 978-0-9504187-0-4. URL consultato il 5 febbraio 2022.
  4. ^ Linguaggio e sordità, parole e segni per l'educazione dei sordi, pp. 43-44.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE1139667858