Apri il menu principale
LVCI 116 ÷ 119
dal 1865 SFAI 714 ÷ 717
dal 1869 SFAI 778 ÷ 781
dal 1885 RM 3948 ÷ 3951
dal 1905 FS 397
Locomotiva a vapore
Anni di costruzione 1859
Anni di esercizio 1859-ca. 1910
Quantità prodotta 4
Costruttore Parent Schaken
Dimensioni 14.688 mm (lunghezza)
Scartamento 1435 mm
Massa in servizio 30,2 t
Massa aderente 30,2 t
Tipo di motore a vapore
Alimentazione carbone
Velocità massima omologata 50 km/h
Rodiggio C
Diametro ruote motrici 1.515 mm
Distribuzione Stephenson
Numero di cilindri 2 interni
Pressione in caldaia 8 kg/cm2
Potenza continuativa 260 CV kW
Forza di trazione massima 3.100
Dati tratti da:
Cornolò, op. cit, p. 182

Le locomotive 116 ÷ 119[1] delle Strade Ferrate del Lombardo-Veneto e dell'Italia Centrale erano un gruppo di locomotive a vapore di tipo "Mammouth" (di rodiggio C e ruote di medio diametro) progettate per il traino di treni viaggiatori.

Erano state costruite nel 1859 dalla Parent Schaken di Parigi per l'esercito francese, ed inviate in Italia per la seconda guerra d'indipendenza; al termine del conflitto erano state incorporate nel parco LVCI, società legata a capitali francesi del gruppo Rothschild.

Nel 1865 le locomotive passarono alla SFAI, che assegnò loro i numeri da 714 a 717, e successivamente (probabilmente nel 1869) le rinumerò da 778 a 781.

Nel 1885, alla creazione delle grandi reti nazionali, le locomotive passarono alla Rete Mediterranea, che le numerò da 3948 a 3951.

Nel 1905, all'atto della statalizzazione, pervennero alle FS solo 3 unità, che vennero classificate nel gruppo 397 con numeri da 3971 a 3973; dopo pochi anni, in considerazione della loro obsolescenza, vennero radiate e demolite.

NoteModifica

  1. ^ Numerazione riportata in Cornolò, op. cit., p. 182; il sito pospichal.net riporta, secondo altre fonti, anche la numerazione 183 ÷ 186 [1].

BibliografiaModifica

  • Giovanni Cornolò, Locomotive a vapore FS, Parma, Ermanno Albertelli, 1998, pp. 182-184. ISBN 88-85909-91-4

Voci correlateModifica

  Portale Trasporti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di trasporti