Lorenzo d'Avack

giurista italiano

Lorenzo d'Avack (Roma, 30 settembre 1943) è un giurista italiano, professore universitario, esperto di diritto e di bioetica.

Attività e ambiti di ricercaModifica

Consegue la laurea in giurisprudenza presso l'Università di Roma La Sapienza nell'anno 1966. Professore ordinario dal 1980 e ha insegnato Filosofia del diritto, Filosofia della Politica, Sociologia del diritto, Storia delle dottrine politiche e Teoria generale del diritto nelle Facoltà di Giurisprudenza delle Università di Macerata, Napoli e Roma Tre. Attualmente svolge l'attività di professore presso le Cattedre di Filosofia del diritto e di Bioetica e Biodiritto nella Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Roma Tre. È altresì professore alla Cattedra di Metodologia della scienza giuridica presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Guido Carli-LUISS.

È avvocato dal 1972 e cassazionista dal 1983. La sua attività prevalente si svolge in materia di diritto civile.

È iscritto all'Albo dei Giornalisti dal 1972.

Dal 2002 è membro del Comitato Nazionale di Bioetica, di cui dal 2007 è Vicepresidente, dal 2010 Vicepresidente vicario, dal 2015 Presidente vicario e Presidente dal 23 marzo 2018.

OpereModifica

  • Il potere sul corpo. Limiti etici e giuridici, 2015
  • Il progetto filiazione nell'era tecnologia. Percorsi etici e giuridici, 2014
  • Verso un antidestino. Biotecnologie e scelte di vita, 2009
  • Costituzione e Rivoluzione. La controversia sulla sovranità legale nell'Inghilterra del '600, 2000
  • Ordine giuridico e Ordine tecnologico, 1998
  • Introduzione alle Opere complete di George Savile Primo Marchese di Halifax, 1988
  • I nodi del potere. La teoria del governo misto nell'Inghilterra del Seicento, 1979
  • La ragione dei re. Il pensiero politico di Giacomo I, 1974

Oltre cinquanta saggi e contributi in volumi collettanei su tematiche di diritto di famiglia, teoria generale del diritto, bioetica e biogiuridica. Molteplici i pareri coordinati e redatti per il Comitato Nazionale per la Bioetica.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN39500334 · ISNI (EN0000 0001 2129 0295 · LCCN (ENn80035801 · GND (DE1055771735 · BNF (FRcb12689749k (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n80035801