Apri il menu principale

Lovie Smith

allenatore di football americano statunitense
Lovie Smith
Lovie Smith in 2007.jpg
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Capo-allenatore
Squadra Illinois Fighting Illini
Carriera
Giovanili
600px Blu e Verde.png Tulsa Golden Hurricane
Carriera da allenatore
1996-2000Tampa Bay Buccaneers all LB.
2001-2003St. Louis Rams coo. Off.
2004-2012Chicago Bears capo all.
2014-2015 Tampa Bay Buccaneers capo all.
2016- Illinois Fighting Illini capo all.
Statistiche aggiornate al 2 gennaio 2014

Lovie Lee Smith (Gladewater, 8 maggio 1958) è un ex giocatore di football americano e allenatore di football americano statunitense nella National Football League (NFL). Dal 2016 allena gli Illinois Fighting Illini della NCAA. Al college giocò a football alla Tulsa University.

Carriera da allenatoreModifica

Primi anniModifica

Dal 1996 al 2000, Smith lavorò con i Tampa Bay Buccaneers come allenatore dei linebacker. Dal 2001 al 2003 invece fu il coordinatore difensivo dei St. Louis Rams.

Chicago BearsModifica

Nel 2005, Smith Passò ai Chicago Bears come capo-allenatore concludendo la stagione con 5 vittorie e 11 sconfitte. L'anno successivo vinse per la prima volta la NFC North division con il record di 11 vittorie e 5 sconfitte. Fu eliminato nel secondo turno dei playoff dai Carolina Panthers. Nel 2006 i Bears vinsero ancora la propria division con il record di 13 vittorie e 3 sconfitte, giungendo fino al Super Bowl XLI, perso contro gli Indianapolis Colts.

Smith tornò a vince la propria division nel 2010, concludendo la stagione regolare con un record di 11 vittorie e 5 sconfitte, il secondo della conference. Giunse fino alla finale della NFC dove fu eliminato dai Green Bay Packers.

Il 25 febbraio 2011, Smith ricevette un'estensione del suo contratto per altri due anni, chiudendo tuttavia la stagione successiva con un record di 8-8, condizionato dall'infortunio del quarterback titolare Jay Cutler.

Dopo non aver raggiunto i playoff neanche nella stagione 2012 malgrado un record di 10-6, il 31 dicembre Smith fu licenziato dai Bears[1].

Tampa Bay BuccaneersModifica

Dopo un anno di pausa, il 1º gennaio 2014, Smith firmò un contratto di 5 anni per tornare ai Tampa Bay Buccaneers come capo-allenatore[2]. Nella prima stagione terminò col peggior record della lega, 2-14. Alla fine della successiva, malgrado avesse vinto quattro partite in più, fu licenziato[3].

PalmarèsModifica

FranchigiaModifica

Chicago Bears: 2006
Chicago Bears: 2005, 2006, 2010

IndividualeModifica

2005
 
Smith nel 2009.

Record come capo-allenatoreModifica

Squadra Anno Stagione regolare Playoff
Vinte Perse Pareggiate Posizione Risultato Vinte Perse Risultato
CHI 2006 5 11 0 4° NFC North no playoff - - -
CHI 2007 11 5 0 1° NFC North eliminato all'NFC Divisional Game 0 1 -
CHI 2008 13 3 0 1° NFC North perso il Super Bowl XLI 2 1 -
CHI 2009 7 9 0 4° NFC North no playoff - - -
CHI 2010 11 5 0 1° NFC North eliminato all'NFC Championship Game 1 1 -
CHI 2011 8 8 0 3° NFC North no playoff - - -
CHI 2012 10 6 0 3° NFC North no playoff - - -
TB 2014 0 0 0 NFC South - - - -
Totale 81 63 0 - - 3 3 -

NoteModifica

  1. ^ (EN) Lovie Smith fired by Chicago Bears, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 31 dicembre 2012.
  2. ^ (EN) Lovie Smith, Tampa Bay Buccaneers finalizing contract, NFL.com, 1º gennaio. URL consultato il 2 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) Tampa Bay Buccaneers fire Lovie Smith, NFL.com, 6 gennaio 2016. URL consultato il 7 gennaio 2016.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica