Apri il menu principale

Luciano Capitanio (Venezia, 1934Venezia, 1969) è stato un fumettista italiano, cugino del disegnatore Giorgio Cavazzano.[1][2]

BiografiaModifica

Esordì negli anni cinquanta disegnando storie a fumetti per le case editrici Edizioni Alpe e Edizioni Bianconi divenendo poi redattore della rivista Piccolo Missionario e ideatore del periodico Vom. Fra gli anni cinquanta e sessanta lavorò anche per altri editori come la Editoriale Dardo e Astro, disegnando serie a fumetti come Sambito Paperito, Riki e Placido, Tarzanetto, Dog e Trigino. Per le Edizioni Araldo ha realizzato una serie di strisce umoristiche, Joe Bretella, pubblicate sulla copertina posteriore della serie Tex.[1] Ha anche illustrato diverse storie con Pepito per l'editore francese Sagédition e per la Arnoldo Mondadori Editore ha disegnato oltre un centinaio di storie con i personaggi della Disney.[1][3] Nel suo studio collaborarono autori come il cugino Giorgio Cavazzano[2][4] e Maurizio Amendola.[5] Morì a Venezia nel 1969, a 35 anni, lasciando la giovane moglie e due figli.

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Luciano Capitanio, su lambiek.net. URL consultato il 24 giugno 2019.
  2. ^ a b Alle origini della carriera di Giorgio Cavazzano, su Fumettologica, 18 agosto 2017. URL consultato il 24 giugno 2019.
  3. ^ Carlo Chendi e Sergio Badino, Conversazione con Carlo Chendi: da Pepito alla Disney e oltre : cinquant'anni di fumetto vissuti da protagonista, Tunué, 2006, ISBN 9788889613160. URL consultato il 25 giugno 2019.
  4. ^ uBC, su www.ubcfumetti.com. URL consultato il 25 giugno 2019.
  5. ^ (EN) Topolino, su www.topolino.it. URL consultato il 25 giugno 2019.

Collegamenti esterniModifica