Luigi Arnaldo Vassallo

giornalista e scrittore italiano
Luigi Arnaldo Vassallo nel ritratto di Enrico Lione del 1895

Luigi Arnaldo Vassallo, noto anche con lo pseudonimo di Gandolin (Genova, 31 ottobre 1852Genova, 10 agosto 1906), è stato un giornalista e scrittore italiano.

BiografiaModifica

Nacque a Genova (e non a Sanremo come spesso è stato erroneamente riportato) in una casa di vico Notari, da Emanuele, di professione medico, e Caterina Cabruna. Al fonte battesimale gli vennero imposti i nomi Francesco Maria Angelo Luigi.

Iniziò l'attività giornalistica nel 1869, collaborando a vari giornali genovesi.
Dopo la fine dello Stato Pontificio, si trasferì a Roma, dove nel 1880 fondò con Raffaello Giovagnoli il Capitan Fracassa, giornale ricco di notizie e vignette caratterizzate da originalità e freschezza, e successivamente il Don Chisciotte della Mancia e Don Chisciotte di Roma. Si distinse dapprima come corrispondente de Il Caffaro di Genova e poi come redattore de Il Messaggero (1875), riuscendo ad aumentarne sensibilmente la tiratura grazie agli speciali sul processo Fadda. Negli anni 1879-80 fu direttore del quotidiano romano.

Nel 1896 divenne direttore del quotidiano Il Secolo XIX di Genova. Come corsivista utilizzò frequentemente lo pseudonimo di Gandolin.

È stato anche autore di racconti umoristici, tra i quali Guerra in tempo di bagni (1899) e lo spassoso La Famiglia De-Tappetti (1903), che fu alla base della sceneggiatura del film del 1959 Policarpo, ufficiale di scrittura diretto da Mario Soldati e interpretato da Renato Rascel.

È sepolto nel Cimitero di Staglieno insieme alla moglie, Aurelia Porcile, sposata nel 1873, e al figlio Arnaldino, scomparso prematuramente.

Archivio personaleModifica

Il suo carteggio col prof. Pietro Nurra, che consta di 184 documenti, è depositato dal 1933 presso la Biblioteca Universitaria di Genova[1].

OpereModifica

 
Renato Rascel interpreta Policarpo De Tappetti nel film Policarpo, ufficiale di scrittura
  • La contessa Paola Flaminj. Scene moderne, Roma, A. Sommaruga, 1882.
  • Drammi di corte. La regina Margherita, Roma, A. Sommaruga, 1882.
  • Macchiette, Roma, Tipografia Nazionale, 1884.
  • Diana ricattatrice. Romanzo, Milano, Fratelli Treves, 1886.
  • Il pupazzetto spagnolo, Genova, Tipografia Marittima, 1886.
  • Il pupazzetto gravido. I misteri del giornalismo, Roma, Tipografia dell'Opinione, 1887.
  • Il pupazzetto francese, Roma, Tipografia La cooperativa, 1889.
  • Il pupazzetto tedesco, Roma, La cooperativa, 1889.
  • Il pupazzetto parlamentare, Roma, Tipografia La cooperativa, 1890.
  • Il secondo pupazzetto parlamentare, ossia pupazzettone, Roma, Tipografia La cooperativa, 1890.
  • Casa De-Tappetti, Roma, La cooperativa, 1890.
  • Il libro dell'amore, Roma, Don Chisciotte, 1891.
  • La signora Cagliostro. Romanzo, Milano, Fratelli Treves, 1894.
  • Guerra in tempo di bagni: racconto, Milano, Fratelli Treves, 1896.
  • Nel mondo degli invisibili, Roma, E. Voghera, 1902.
  • La famiglia De-Tappetti, Torino, Renzo Streglio e C. Edit., 1903. Edizioni recenti:
La famiglia De-Tappetti, Roma, Nuove edizioni del Gallo, 1991. ISBN 88-7265-005-4.
La famiglia De-Tappetti e Monologhi, Supplemento a Il secolo XIX, Milano, Euromeeting italiana, 2005.
  • Dieci monologhi di Gandolin, Torino, R. Streglio e C., 1903.
  • Dodici monologhi, Milano, Fratelli Treves, 1909.
  • Gli uomini che ho conosciuto. Seguito dalle Memorie d'uno smemorato, con prefazione biografica di Sabatino Lopez, Milano, Fratelli Treves, 1911.
  • Ciarle e macchiette, Milano, Fratelli Treves, 1912.
  • Parla Gandolin, Milano, Fratelli Treves, 1919.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Guido Mazzoni, «VASSALLO, Luigi Arnaldo» la voce nella Enciclopedia Italiana, Volume 34, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1937.
  • F. Ernesto Morando, Luigi Arnaldo Vassallo (Gandolin) e i suoi amici, Bologna, Nicola Zanichelli, 1928.
  • Anita Ginella Capini, Carissimo Arnaldo: lettere a Luigi Arnaldo Vassallo, Gandolin, Genova, Brigati, 1996.
  • Mario Fantozzi, Sorrisi e lacrime, Genova, Tip. del Secolo XIX, 1907.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90293831 · ISNI (EN0000 0001 2030 4114 · SBN IT\ICCU\RAVV\069038 · LCCN (ENno99013590 · GND (DE119531704 · BNE (ESXX1792128 (data) · BAV ADV11199108 · WorldCat Identities (ENlccn-no99013590