Mahfiruz Hatice Hatun

Concubina di Ahmed I, madre di Osman II

Mahfiruz Hatice Hatun (turco ottomano: ماہ فروز خاتون, "luna gloriosa"; chiamata anche Mahfiruze Hatun, "luna diurna" o "luna turchese"; ca. 1590Costantinopoli, Prima del 1618) fu la prima concubina di Ahmed I, nonché madre Osman II. Premorì al figlio e quindi non fu mai Valide Sultan.

BiografiaModifica

A causa della preminenza di Kösem Sultan, durante il regno di Ahmed, non vi sono molte notizie sulla sua vita.

Le sue origini e il suo nome originale sono sconosciuti, anche se doveva essere coetanea di Ahmed I.

Fu la sua prima concubina, e il 3 novembre 1604 mise al mondo il primogenito di Ahmed, il futuro Osman II. Malgrado questo, non le venne conferito il titolo di Haseki Sultan, che andò invece a Kösem, madre del secondogenito, Şehzade Mehmed, e di almeno altri tre figli e tre figlie, cosa che la privò di ogni potere. Ricevette comunque il titolo di Başkadin (madre del primogenito).

Scompare dai registri dell'harem poco dopo la nascita di Osman. Se inizialmente si credeva che fosse caduta in disgrazia ed esiliata, ora si crede che sia morta fra il 1608 e il 1613, e che quindi non fu mai Valide Sultan di suo figlio, che salì al trono nel 1618. Infatti, i registri indicano che, durante il regno di Osman, non era in nessuno dei Palazzi Imperiali, neppure in provincia, e che i compiti e lo stipendio della Valide Sultan erano invece attribuiti alla governante di Osman, la Daye Hatun.

Mahfiruz venne sepolta nel cimitero Ëyup, in un mausoleo costruito intorno al 1610, il che rafforza la teoria che sia morta prematuramente.

FigliModifica

Da Ahmed I, Mahfiruz ebbe un unico figlio certo:

Oltre a Osman, molti storici speculano, pur senza prove concrete, che possa aver avuto un secondo figlio da Ahmed, anche se non sono d'accordo sull'identità di questo.

Sono stati proposti come figli di Mahfiruz:

Cultura popolareModifica

Nella serie TV storica turca Il secolo magnifico: Kösem è interpretata dall'attrice turca Ceyda Olguner e poi da Dilara Aksüyek. Nella serie è interpretata come una circassa di nome Rasha, prima di essere ribattezzata Mahfiruze. Muore circa un anno dopo la nascita di Osman, durante un tentato colpo di stato, e suo figlio viene adottato da Kösem Sultan.

BibliografiaModifica

  • Peirce, Leslie P. (1993). The Imperial Harem: Women and Sovereignty in the Ottoman Empire. Oxford University Press. pp. 233–. ISBN 978-0-19-508677-5.
  • Tezcan, Baki (2007). "The Debut of Kösem Sultan's Political Career". Turcica. Éditions Klincksieck. 39–40: 350.
  • Nazım Tektaş (2004). Harem'den taşanlar. Çatı. pp. 183–185. ISBN 978-975-8845-02-6.

Altri progettiModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie