Apri il menu principale
La targa in ricordo di Margherita Boninsegna collocata presso Biella

Margherita Boninsegna, nota anche come Margherita da Trento o Margherita da Arco (... – Biella, maggio 1307), è stata la compagna di fra Dolcino da Novara, capo del movimento degli Apostolici dopo la morte, avvenuta nel 1300 sul rogo, di Gherardino Segalelli.

Indice

BiografiaModifica

Conosciuto nel 1303 Dolcino, Margherita entrò anch'essa a far parte degli Apostolici decidendo di seguirli nel loro peregrinare per il nord Italia. Divenuta la compagna di Dolcino, lo seguì in Piemonte, nelle valli del Sesia. Assediati dalle truppe del vescovo di Vercelli, Margherita, Dolcino e altri Apostolici resisterono per più di un anno arroccati sui monti. Catturati, furono condannati al rogo nel 1307. La condanna di Margherita fu eseguita sulle sponde del Cervo a Biella, sull'isolotto nei pressi dell'odierno ponte della Maddalena (insieme a Longino Cattaneo di Bergamo),[1] davanti agli stessi occhi di Dolcino, secondo la versione dell'inquisitore Bernardo Gui.[2] Dolcino fu invece ucciso a Vercelli qualche giorno dopo, il 1º giugno 1307.

NoteModifica

  1. ^ Una targa per Margherita da Trento, scheda sul sito istituzionale della provincia di Biella www.provincia.biella.it (consultato nel maggio 2014)
  2. ^ Enciclopedia Treccani, ad vocem

BibliografiaModifica

  • Marina Benedetti, Margherita da Trento, in « Dizionario Biografico degli Italiani », vol. 70, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 2007
  • di Corrado Mornese e Gustavo Buratti (Centro Studi Dolciniani) Fra Dolcino E gli Apostolici tra eresia, rivolta e roghi, Ed. DeriveApprodi 2002 -ISBN: 88-87423-35-0

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN48023748 · LCCN (ENn78069242