Mendelssohn-Werkverzeichnis

catalogo delle composizioni di Felix Mendelssohn

Il Mendelssohn-Werkverzeichnis (Catalogo delle opere di Mendelssohn), in sigla MWV, è il catalogo tematico delle composizioni di Felix Mendelssohn, pubblicato nel 2009 in occasione del bicentenario della nascita del compositore. È stato curato da Ralf Wehner, musicologo ed esperto mendelssohniano dell'Accademia Sassone delle Scienze di Lipsia (Sächsische Akademie der Wissenschaften zu Leipzig)[1][2]. Il catalogo è stato presentato il 26 agosto 2009 presso la Mendelssohn-Haus, durante il Festival mendelssohniano ed in occasione del congresso internazionale Felix Mendelssohn Bartholdy - Kompositorisches Werk und künstlerisches Wirken (Felix Mendelssohn Bartholdy - Le sue opere come compositore ed artista)[3].

Modifica

Molte composizioni di Mendelssohn sono state pubblicate solo dopo metà Novecento e non sono inquadrabili tramite i numeri di opus tradizionali[4], rendendo necessaria una sistemazione più organica. Il lavoro di catalogazione di Wehner è frutto di una lunga ricerca bibliografica su materiale proveniente da oltre 1 500 biblioteche, consultando oltre 15 000 cataloghi d'asta, 12 000 lettere e 2 500 fonti su lavori sconosciuti. L'opera include una catalogazione e una descrizione dei manoscritti e delle stampe note, ed in appendice vengono trattate le opere attribuite di origine incerta e gli arrangiamenti di materiale mendelssohniano effettuati da altri compositori. Il catalogo è diviso in 26 gruppi:

  • Musica vocale
    • Musica sacra per organico di grandi dimensioni
    • Musica sacra per organico di minori dimensioni
    • Musica sacra per voci soliste con accompagnamento
    • Musica profana vocale per organico di grandi dimensioni
    • Musica profana vocale per organico di minori dimensioni
    • Composizioni per coro misto e solisti
    • Composizioni per coro maschile e voci maschili
    • Composizioni per voce e orchestra
    • Composizioni per voce e ensemble strumentale
    • Composizioni per due voci e pianoforte
    • Composizioni per voce e pianoforte
  • Musiche di scena
    • Opere e operette
    • Musiche di scena e altre opere per il teatro
  • Musica strumentale
    • Sinfonie
    • Concerti e opere concertanti
    • Ouverture e altre opere orchestrali
    • Musica da camera con pianoforte
    • Musica da camera senza pianoforte
    • Composizioni per due pianoforti
    • Composizioni per pianoforte a quattro mani
    • Composizioni per pianoforte solo
    • Composizioni organistiche per due esecutori
    • Composizioni organistiche per un esecutore
  • Miscellanea
    • Canoni vocali
    • Canoni strumentali
    • Varie
  • Appendice
    • Appendice A - opere dubbie
    • Appendice B - opere di altri autori su materiale di Mendelssohn
  • Corrispondenze
    • Corrispondenza tra i numeri d'opus del XIX sec. e numerazione del MWV

NoteModifica

  1. ^ Ralf Wehner, Dr. phil., su saw-leipzig.de. URL consultato l'11 novembre 2012.
  2. ^ Felix Mendelssohn Bartholdy Thematic-systematic Catalogue of the Musical Works, su saw-leipzig.de. URL consultato l'11 novembre 2012.
  3. ^ Catalogue of Mendelssohn’s Musical Works (MWV), Felix Mendelssohn Bartholdy Stiftung. URL consultato l'11 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2012).
  4. ^ Alla morte del compositore, il 4 novembre 1847, delle circa 750 composizioni di Mendelssohn erano a stampa i lavori fino all'op. 72, passati in seguito fino all'op. 121.

BibliografiaModifica

  • Ralf Wehner, Felix Mendelssohn Bartholdy: Thematisch-systematisches Verzeichnis der musikalischen Werke (MWV), Wiesbaden, Breitkopf & Härtel, 2009, ISBN 978-3-7651-0317-9.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica