Mesenchima

tessuto connettivo embrionale

Col termine mesenchima si definisce il tessuto connettivo embrionale che ha origine dal distacco delle cellule dai foglietti embrionali, soprattutto da quello mediano (mesoderma), o da determinate parti dell'ectoderma e dell'endoderma.

Mesenchima umano

FunzioneModifica

Il mesenchima ha principalmente funzione di sostegno, oltre che funzione trofica e formativa, e da esso si originano tutti i tessuti connettivi presenti nell'adulto.

Dal mesenchima hanno origine una grande quantità di tessuti, i più importanti sono:

  • il sangue (mesenchima detto angioblasto);
  • tutti i connettivi propriamente detti (lasso, mucoso maturo, denso o compatto, ecc.);
  • lo sclerotomo dal quale originano le vertebre (mesenchima scheletrogeno);
  • il tessuto osseo;
  • il tessuto cartilagineo.

CostituzioneModifica

Il mesenchima è formato da cellule mesenchimali ramificate a forma di stella, in diretto contatto tra loro tramite processi citoplasmatici, che possiedono un'elevata capacità riproduttiva (tasso mitotico) e possono differenziarsi in diversi tessuti, essendo quindi pluripotenti.

PatologieModifica

I tumori aventi origine dal mesenchima sono chiamati mesenchimomi; in particolare, i tumori maligni del mesenchima sono detti sarcomi (l'equivalente per gli epiteli sono i carcinomi).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 55789 · LCCN (ENsh85083914 · BNF (FRcb12268568z (data) · J9U (ENHE987007565656905171 (topic)
  Portale Biologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biologia