Apri il menu principale
Michel
Descrizione generale
War Ensign of Germany (1938–1945).svg
Tiponave corsara
Caratteristiche generali
Dislocamento10 900 t
Lunghezza132 m
Larghezza16,8 m
Pescaggio7,4 m
Velocità16 nodi (30 km/h)
Autonomia34 000  miglia a 10 nodi (63 000 km a 19 km/h)
Equipaggio400 uomini
Armamento
Artiglieria
Siluri
  • 6 tubi lanciasiluri da 533 mm, di cui 2 sott'acqua
  • 1 catapulta per due aerei
  • 1 motobarca Ls 4 (Esau)
Mezzi aerei2 aerei Arado Ar 196 A-3s
voci di navi presenti su Wikipedia

La Michel, conosciuta anche come Schiff 28 e col codice H, fu una nave corsara tedesca attiva durante la seconda guerra mondiale.

StoriaModifica

La corsara Michel venne costruita nel 1939 per la compagna di navigazione polacca GAL come nave da carico Bielsko; presa dai tedeschi nel settembre del 1939, nel 1940 veniva convertito in nave corsara, al cui comando veniva assegnato il capitano di corvetta Hellmuth von Ruckteschell. La nave corsara Michel iniziò la sua crociera il 13 marzo del 1942 nell'Atlantico meridionale, e nel mese di aprile 1943, affondò le sue prime navi: si trattava di due petroliere, la britannica Patella e l'americana Connecticut.

Dopo aver affondati ben 15 navi per un totale di 99.386 tonnellate, la Michel giunse al porto di Kōbe in Giappone per lavori di riassetto. Eseguiti tali lavori la nave corsara riprese il mare al comando del capitano di vascello Günther Gumprich che sostituiva Ruckteschell in quanto quest'ultimo era stato ricoverato in ospedale.

Dopo aver affondato tre navi per complessive 27.632 tonnellate, la Michel, mentre si trovava a 600 miglia da Yokohama, venne affondata verso le ore 02.30 del 18 ottobre 1943 dal sommergibile americano USS Tarpon.

BibliografiaModifica

  • Gabriele Zaffiri, Le navi corsare del Terzo Reich, Patti (Me), Nicola Calabria Editore, 2005, ISBN 9786009958795
  Portale Marina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di marina