Apri il menu principale
Mimì Zorzi

Mimì Zorzi, nata Mimì Prinetti Castelletti (Milano, 2 marzo 1928Roma, 5 aprile 2019), è stata una scrittrice italiana.

Indice

BiografiaModifica

Nipote di Giulio Prinetti, Mimì Prinetti Castelletti nacque a Milano.[1] Visse la prima parte della sua vita a Merate, partecipando anche alla Resistenza; si sposò poi con Alvise Zorzi, trasferendosi a Roma e proseguendo l'attività di scrittrice già iniziata a Merate.[1] Nel 1965 vinse il Premio Massarosa per I nemici in giardino, mentre nel 1983 si aggiudicò il Premio Flaiano per la narrativa insieme a Gino Bacchetti.

OpereModifica

NarrativaModifica

  • I nemici in giardino, Milano, Mondadori, 1965
  • La signora Emma e il dolore, 1966
  • La nuova età, Padova, Marsilio, 1975, Premio Selezione Campiello[2]
  • Il medico di famiglia, Milano, Rusconi, 1981
  • La vita a metà, Milano, Rusconi, 1985, Premio Selezione Campiello[2]
  • Olimpo lombardo, Milano, Mondadori, 1994
  • Nozze d'oro, Milano, Mondadori, 1998

NoteModifica

  1. ^ a b Farina, p. 905.
  2. ^ a b Premio Campiello, opere premiate nelle precedenti edizioni, su premiocampiello.org. URL consultato il 24 febbraio 2019.

BibliografiaModifica

  • Rachele Farina (a cura di), Dizionario biografico delle donne lombarde: 568-1968, Roma, Dalai, 1995.
Controllo di autoritàVIAF (EN79427410 · ISNI (EN0000 0000 7863 4936 · SBN IT\ICCU\CFIV\065595 · LCCN (ENn84803204 · GND (DE119488280