Mini World

album di Indila del 2014
Mini World
ArtistaIndila
Tipo albumStudio
Pubblicazione24 febbraio 2014
Durata43:14
Dischi1
Tracce10
GenerePop rock
Contemporary R&B
Rhythm and blues
Groove
EtichettaCapitol Music France
ProduttoreSkalp
Certificazioni
Dischi d'oroBelgio Belgio[1]
(vendite: 10 000+)
Dischi di diamanteFrancia Francia[2]
(vendite: 500 000+)

Polonia Polonia[3]
(vendite: 100 000+)

Singoli
  1. Dernière danse
    Pubblicato: 13 novembre, 2013
  2. Tourner dans le vide
    Pubblicato: 11 febbraio, 2014
  3. S.O.S.
    Pubblicato: 19 maggio, 2014
  4. Run Run
    Pubblicato: 23 agosto, 2014
  5. Love Story
    Pubblicato: 23 novembre, 2014

Mini World è il primo album discografico della cantante francese Indila, pubblicato nel 2014.

Il discoModifica

Il disco, prodotto dal produttore francese Skalp, è uscito nel febbraio 2014 ed è stato anticipato, nel 13 novembre 2013, dal singolo Dernière danse. Gli altri brani estratti come singoli dall'album sono Tourner dans le vide (11 febbraio 2014) e S.O.S. (19 maggio 2014). Il disco ha raggiunto la prima posizione della classifica Syndicat national de l'édition phonographique.[4]

InfluenzeModifica

La musica del brano Dernière danse ricorda quella di Parce que tu crois di Charles Aznavour, mentre quella di Love Story si rifà a Hijo de la luna dei Mecano.

TracceModifica

Mini World - Versione Standard

  1. Dernière danse – 3:33
  2. Tourner dans le vide – 4:06
  3. Love Story – 5:16
  4. S.O.S – 4:32
  5. Comme un bateau – 4:55
  6. Run Run – 3:45
  7. Ego – 4:16
  8. Boite en argent – 4:25
  9. Tu ne m'entends pas – 3:17
  10. Mini World – 5:09

NoteModifica

  1. ^ (EN) Goud en Platina - 2018, su ultratop.be, Ultratop. URL consultato il 24 maggio 2019.
  2. ^ (FR) Les Certifications [collegamento interrotto], su snepmusique.com, Syndicat national de l'édition phonographique. URL consultato il 24 maggio 2019.
  3. ^ (EN) ZPAV :: Bestsellery i wyróżnienia - Wyróżnienia - Diamentowe płyty CD - Archiwum, su bestsellery.zpav.pl, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 24 maggio 2019.
  4. ^ lescharts

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica