Miunte
Nome originale (in greco antico: Μυοῦς, Myoũs, in latino: Myus)
Localizzazione
Stato attuale Turchia Turchia
Coordinate 37°34′48.81″N 27°25′33.81″E / 37.580226°N 27.426058°E37.580226; 27.426058Coordinate: 37°34′48.81″N 27°25′33.81″E / 37.580226°N 27.426058°E37.580226; 27.426058
Cartografia
Mappa di localizzazione: Turchia
Miunte
Miunte

Miunte (in greco antico: Μυοῦς, Myoũs, in latino: Myus) era una città greca in Asia Minore appartenente alla Lega Ionica.[1] Il sito è vicino al villaggio di Avşar sulle sponde del Lago Bafa a 16 km da Mileto.

Miunte e le altre città della Ionia


DescrizioneModifica

Miunte sorgeva su una piccola penisola (col tempo la linea di costa è avanzata e oggi il mare è distante). L'economia della città si basava principalmente sulla pesca.

StoriaModifica

Secondo Strabone Miunte fu fondata da Cydrelo, figlio del re di Atene Codro[2] (Pausania lo chiama Cyareto).[3]. Secondo Ferecide scacciò i Cari che occupavano la regione[4].

Assieme alle altre città alleate Miunte si ribellò contro il dominio persiano durante la rivolta ionica (499-495 a.C.). Quando Temistocle fu ostracizzato, Artaserse I lo accolse e gli affidò il governo di Miunte assieme a quello di Lampsaco e di Magnesia al Meandro.[5][6][7]

In seguito il Meandro ostruì una vicina insenatura marina, trasformandola in un lago malsano. Gli abitanti si trasferirono a Mileto portando con loro le immagini delle divinità.[8] Secondo Vitruvio, Miunte fu completamente sommersa dalle acque.[9] Nel II secolo d.C., visitando il sito abbandonato della città, Pausania notò soltanto la presenza di un tempio in marmo bianco a Dioniso.[8]

 
Ex voto ad Apollo con iscrizione dedicatorio trovata a Miunte,
VI secolo secolo a.C.,
Antikensammlung Berlin/Altes Museum

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica