Apri il menu principale
Motsetta
Mocetta.jpg
Origini
Altri nomiMotzetta, Mocëtta
Luogo d'origineItalia Italia
RegioniValle d'Aosta
Piemonte
Zona di produzioneValle d'Aosta, Canavese
Dettagli
Categoriaantipasto
RiconoscimentoP.A.T.
Settorecarni (e frattaglie) fresche e loro preparazione
Ingredienti principalicarne magra, spezie
 

La motsetta, motzetta o mocëtta (in italiano mocetta) è un salume di origine antica, parte del tradizionale tagliere delle Alpi Occidentali e riconosciuto come Prodotto Agroalimentare Tradizionale (P.A.T.) italiano.

Viene prodotto in tutta la Valle d'Aosta e nel Piemonte settentrionale (Canavese, Valsesia, Val d'Ossola...[1]), a partire da tagli di carne magri, prevalentemente muscolo o coscia. La carne può essere quella bovina, oppure ovina, caprina, suina o di selvaggina[2] (tra queste ultime particolarmente apprezzata la carne di camoscio).

Indice

PreparazioneModifica

La carne viene insaporita con aglio, alloro, rosmarino, salvia e altre erbe di montagna, quindi salata e ricoperta del liquido proveniente dalla carne stessa. Così preparata, viene lasciata riposare in luogo fresco per un tempo variabile: nel caso di preparazione casalinga, la carne viene messa sotto peso a insaporirsi fino a 20 giorni. Nelle macellerie artigianali, spesso in ambiente sottovuoto, la carne viene massaggiata da macchinari per mantenere una colorazione omogenea e salvaguardare le note aromatiche. Per entrambe le modalità la carne deve quindi asciugarsi e stagionare appesa in un locale aerato e asciutto.[2]

ConsumoModifica

La motsetta può essere consumata sia "fresca", ossia ancora tenera, oppure a stagionatura avanzata, il che rende la carne uniformemente scura ma anche più dura, che richiede un'affettatura molto sottile.[2]

Il sapore della motsetta viene esaltato dai mieli delle zone di produzione e dall'olio di noci.[2]

È uno degli ingredienti principali degli involtini di Fénis [3].

L'origine di questo salume è antica e nasce dall'esigenza delle famiglie contadine di conservare la carne durante i lunghi mesi invernali.[4]

Abbinamenti consigliatiModifica

La motsetta si accompagna bene a vini locali fermi e di medio corpo:

NoteModifica

  1. ^ Mocetta del canavese valsesiana ossolana Archiviato l'8 febbraio 2013 in Internet Archive.. Piemonte Agri. (consultato nel giugno 2012)
  2. ^ a b c d AA.VV., p. 40
  3. ^ Involtini di Fénis. Ricette per cucinare. Ricetta Valdostana.
  4. ^ Mocetta, su foodetector.com (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2016).

BibliografiaModifica

  • AA.VV., Alla scoperta dei prodotti valdostani. Dalla tradizione ai DOP e DOC, a cura di Assessorato Agricoltura e Risorse Naturali, Quart (AO), Musumeci, pp. 40-41. (fonte)

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica