Apri il menu principale

Mohamed Lahyani (27 giugno 1966) è un giudice di tennis svedese.

Mohamed Lahyani durante Wimbledon 2011

CarrieraModifica

Ha ottenuto il certificato Gold nel 1997, la massima certificazione possibile, dall'International Tennis Federation.[1] In carriera ha partecipato a tutti i tornei del Grande Slam, riuscendo ad arbitrare la finale del singolare maschile a Wimbledon 2013.[2] Sempre nel torneo londinese è stato uno dei protagonisti del match più lungo nella storia del tennis, disputatosi tra il 22 e il 24 giugno 2010.[3] Nel 2018, durante gli US Open 2018, nel match di terzo turno tra Nick Kyrgios e Pierre-Hugues Herbert, è stato al centro di diverse polemiche in quanto è sceso dalla sedia ed è andato ad incoraggiare Kyrgios. A seguito di questo fatto la direzione del torneo decide di non punirlo, assegnandolo comunque solo ai match nei campi minori. Il 19 settembre la ATP rende noto che hanno deciso di sospenderlo per due tornei consecutivi.

NoteModifica

  1. ^ tennispanorama.com, Getting to Know Mo(hamed Lahyani), su tennispanorama.com. URL consultato il 9 novembre 2013.
  2. ^ muslimnews.co.uk, Mohamed Lahyani the most famous tennis umpire, su muslimnews.co.uk, 26 luglio 2013. URL consultato il 9 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 9 novembre 2013).
  3. ^ espn.go.com, Lahyani presides over longest match, su sports.espn.go.com, 24 giugno 2010. URL consultato il 9 novembre 2013.

Altri progettiModifica