Mohammad Yazdi

Mohammad Yazdi
Mohammad Yazdi 2 (cropped).jpg

Presidente dell'Assemblea degli Esperti
Durata mandato 10 marzo 2015 –
24 maggio 2016
Predecessore Mohammad-Reza Mahdavi Kani
Successore Ahmad Jannati

Membro dell'Assemblea degli Esperti
Durata mandato 21 febbraio 1991 –
23 maggio 2016

Presidente della Corte Suprema dell'Iran
Durata mandato 30 giugno 1989 –
30 giugno 1999
Predecessore Abdul-Karim Mousavi Ardebili
Successore Mahmoud Hashemi Shahroudi

Membro dell'Assemblea consultiva islamica
Durata mandato 28 maggio 1984 –
27 maggio 1988

Membro dell'Assemblea consultiva islamica
Durata mandato 28 maggio 1980 –
27 maggio 1984

Dati generali
Prefisso onorifico Ayatollah
Partito politico Associazione dei Chierici Militanti, Società degli Insegnanti del Seminario di Qom
Università Qom Hawza

Mohammad Yazdi (persiano: محمد یزدی‎‎) (Esfahan, 2 luglio 1931Qom, 9 dicembre 2020[1]) è stato un politico iraniano.

BiografiaModifica

Mohammad Yazdi è nato nel 1931 da una famiglia religiosa a Esfahan. Lo sceicco Ali Yazdi, suo padre, era uno studente dello sceicco Abdul Karim Haeri.[2]

All'inizio Yazdi imparò la lingua persiana da suo padre e poi andò a Maktab. Quando andò a Qom, risiedette alla scuola Feyziyeh e frequentò corsi religiosi guidati da studiosi del calibro di Mohammad Ali Araki, Sheikh Muhammad Taqi Amoli, Mohammad Shahroudi, Sayyid Hossein Tabataba'i Borujerdi e Ruhollah Khomeyni.[2] Mohammadi è stato esiliato dalla SAVAK molte volte a Bandar Lengeh, Bushehr e Rudbar.[2]

Dopo che Khomeyni divenne capo spirituale e politico della Repubblica iraniana, Yazdi servì come presidente della Corte Suprema. Rimase in carica per un decennio, prima di venire sostituito da molti anni prima di essere sostituito da Mahmoud Hashemi Shahroudi.[3] È stato membro dell'Assemblea degli Esperti (e ne ha ricoperto la presidenza) e ha ricoperto due volte il ruolo di parlamentare.[2]

OpereModifica

Yazdi ha scritto diversi libri in inglese e persiano come[4] Your missing,[2] Answers of Mardooq's accusations[2] e Imamah in shia Islam.[5]

NoteModifica

  1. ^ Ayatollah Yazdi passes away (en) Tehrantimes.com
  2. ^ a b c d e f Staff writer, Biography of Mohammad Yazdi, su hamshahrionline. URL consultato il 6 dicembre 2008.
  3. ^ David Menashri, post revolutionary politics In iran, Frank Cass, 2001, p. 48.
  4. ^ Staff writer, Biography of Ayatollah Yazdi, su Jameehmodarresin.
  5. ^ Staff writer, Biography of Ayatollah Yazdi in view of history, su Tasnimnews. URL consultato il 10 marzo 2015.

Altri progettiModifica