Monte Qaf

Monte Qāf, conosciuto anche come Qaf-Kuh, Cafcuh, Kafkuh, Djebel Qaf, o Jabal Qaf (in arabo: جبل قافJabal Qāf o Djebel Qaf) è una catena montuosa della mitologia mediorientale.[1]

Rappresentazione del cosmo secondo Zakariyya al-Qazwini che mostra la sua visione di come è strutturato l'universo e di come sono sostenuti cielo e terra. Il monte Qāf, detto il «piolo», è la più importante delle montagne. Dio l'avrebbe posta a sostegno della terra.

StoriaModifica

Il monte Qāf è una catena montuosa immaginaria sita ai limiti della Terra. Con i cerchi delle sue gigantesche vallate, essa circonda[1] interamente il Grande Oceano (Al-Bahr al-Muhit), che cinge il mondo abitato; quest'ultimo concepito come disco quadrato piatto, nel mezzo degli anelli del Qāf. Gli esegeti dicono che il monte Qāf è di smeraldo: i suoi riflessi conferiscono al cielo il suo colore ceruleo.[2]

L'intera montagna è rischiarata dalla «Perla che illumina la Notte»[3], la quale riceve ogni luce dall'Albero Tūbā (cioè: di Beatitudine).[4]

Chi percorre questa catena dalle cime impervie e dall'aria funesta, ritorna sempre alla partenza, «come il compasso, del quale una delle punte è al centro e l'altra sulla circonferenza».[3]

Varie leggende, composte in onore di ʿAlī, raccontano che, oltre questa montagna, la primavera è perpetua, semine e raccolti avvengono nella stessa giornata, e le malattie sono ignote.[5] Nella mitologia persiana è la dimora della Fenice o Simurgh.[6]

NoteModifica

  1. ^ a b Dorino Tuniz, I Sacri Monti nella cultura religiosa e artistica del Nord Italia, Cinisello Balsamo, San Paolo, 2005, p. 11.
  2. ^ Pierre Pascal, Note e concordanze, in Omar Khayyam, Roba'iyyat, Torino, Boringhieri, 1969, p. 206.
  3. ^ a b Bausani, 1999, p. 256.
  4. ^ Francesco Zambon, L'Alfabeto simbolico degli animali: i bestiari del medioevo, Milano, Luni, 2001, p. 231.
  5. ^ Bausani, 1999, p. 377.
  6. ^ Alberto Ventura, Sapienza Sufi, Roma, Edizioni Mediterranee, 2016, p. 424.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

  Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia