Apri il menu principale
Mr Skeffington
AutoreElizabeth von Arnim
1ª ed. originale1940
1ª ed. italiana2002
Genereromanzo
Sottogeneresentimentale
Lingua originaleinglese
AmbientazioneInghilterra, 1939
ProtagonistiFanny Skeffington
Altri personaggi
  • Dwight
  • Lord Jim Conderley
  • Audrey Conderley
  • Rev. Miles Hyslup
  • Miss Hyslup
  • Peregrine Lanks (Perry)
  • George Pontyfridd
  • Manby
  • Sir Stilton Byles
  • Job Skeffington

Mr Skeffington (Mr Skeffington) è un romanzo della scrittrice britannica più nota come Elizabeth von Arnim, pubblicato nella prima edizione in lingua inglese nel 1940.

Indice

EdizioniModifica

  • Elizabeth Von Arnim, Mr Skeffington, London: Macmillan, 1940
  • Elizabeth Von Arnim, Mr Skeffington, New York: Doubleday and Doan, 1940
  • Elizabeth Von Arnim, Mr Skeffington; traduzione di Simona Garavelli, Coll. Varianti, Torino: Bollati Boringhieri, 2002, ISBN 88-339-1368-6

TramaModifica

Sebbene il romanzo sia intitolato "Mr Skeffington", ne è protagonista principalmente la sua ex moglie Lady Skeffington (Fanny per gli amici), che ha divorziato da lui quando era poco più che ventenne ed ora, prossima alla cinquantina e reduce da una malattia, è sfiorita, soffre di allucinazioni (le appare spesso il marito), è depressa e teme la solitudine. Fanny, un tempo rinomata per la sua bellezza, accetta con difficoltà la perdita del suo fascino e l'avanzare dell'età. L'incontro con alcuni dei suoi ex amanti è fonte di nuove sofferenze: il giovane Dwight, uno studente americano a Oxford, è innamorato di una giovane studentessa; Lord Conderley, che da giovane scriveva versi d'amore per Fanny, è sposato con una giovane borghese e padre di tre bambini; Miles Hyslup, un altro dei suoi ammiratori, ha avuto una crisi religiosa, ha fatto voto di castità, è diventato predicatore e vive con una sorella la quale scambia Fanny per una prostituta da redimere; anche Perry Lanks, un brillante professionista, rifiuta di risolvere alcuni banali problemi domestici di Fanny e le consiglia di riavvicinarsi al marito (lo stesso consiglio le aveva dato anche Sir Stilton Byles, un prestigioso neuropsichiatra a cui Fanny si era rivolta). Fanny infine ritrova finalmente Job Skeffington: l'uomo, un tempo brillante finanziere ebreo, è stato vittima della persecuzioni naziste antisemite in Austria, ha perso le sue ricchezze, è diventato cieco, ma ritrova il rispetto e le cure di Fanny.

CriticaModifica

Mr Skeffington è l'ultimo romanzo scritto da Elizabeth von Arnim (1866-1941): allo scoppio della seconda guerra mondiale (1939) l'autrice si era trasferita negli Stati Uniti e morirà, poco dopo la pubblicazione del romanzo, a Charleston (Carolina del Sud)[1]. Commenta Natalia Aspesi:

«Consiglierei chi ha trasformato "Femminile irregolare" nel suo "livre de chevet", di metterci accanto una storia femminile molto irregolare, che è "Mr Skeffington" (appena pubblicato per la prima volta in italiano da Bollati Boringhieri, pagg. 287, euro 17) romanzo scritto alla fine degli anni '30 da una geniale dama pure lei molto irregolare, Elizabeth von Arnim. Nella sua lussuosa vita (pare di essere a Gosford Park, maggiordomi, valletti, cuoche, sguattere, segretarie, cameriere personali, autisti), la bellissima Fanny ha preso e scartato amanti pazzi di lei in continuazione, e arrivata a 50 anni, terrorizzata dalla perdita della sua mitica bellezza, va a rintracciarli uno per uno. Protofemminista senza saperlo, bisogna vedere come l'autrice, ironica e crudele distrugge allegramente gli uomini, in generale e in particolare: per non parlare delle signore, poverine anche loro, in un certo senso allora come adesso.»

(Natalia Aspesi, «Donne irregolari», La Repubblica del 10 aprile 2002)

AdattamentiModifica

NoteModifica

  1. ^ Leslie De Charms, Elizabeth of the german garden: a biography, London, etc: Heinemann, 1958. (Leslie De Charms è lo pseudonimo di una figlia della Arnim, Elizabeth von Arnim Butterworth detta Liebet (vedi)

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Letteratura