Muscolo cricoaritenoideo posteriore

muscolo
Nuvola apps important.svg Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Il muscolo cricoaritenoideo posteriore è un muscolo pari e intrinseco della laringe[1].

Muscolo cricoaritenoideo posteriore
Musculuscricoarytenoideusposterior.png
Il cricoaritenoideo posteriore (indicato dalla freccia) tra i muscoli laringei
Anatomia del Gray(EN) Pagina 1082
Nome latinoMusculus cricoarytaenoideus posterior
SistemaSistema muscolare
Inserzioneprocesso muscolare cartilagine aritenoide
Antagonistamuscolo cricoaritenoideo laterale
Azionidilata la rima glottidea
Nervonervo laringeo inferiore (nervo vago)
Identificatori
TAA06.2.08.004
FMA46576

Posizione e formaModifica

Il muscolo è dietro la cartilagine cricoidea, ha una forma triangolare e origina dalla fossa della lamina cricoidea per portarsi lateralmente e in alto al processo muscolare della cartilagine aritenoide[1].

Vascolarizzazione ed innervazioneModifica

Il muscolo è irrorato dagli stessi vasi che vascolarizzano la laringe quindi: arteria laringea superiore, arteria laringea inferiore e arteria cricoidea (rami delle arterie tiroidee superiore ed inferiore)[2].

Il muscolo cricoaritenoideo posteriore è innervato dal nervo laringeo inferiore, ramo del nervo vago[2].

AzioneModifica

I due muscoli tirano indietro i processi muscolari delle cartilagini aritenoidee allontanando e innalzando i processi vocali e dilatando la rima glottidea[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c Anastasi et al., p. 248.
  2. ^ a b Anastasi et al., p. 256.

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Anastasi et al., Trattato di anatomia umana, volume II, Milano, Edi.Ermes, 2012, ISBN 978-88-7051-286-1.
  • Frank H. Netter, Atlante di anatomia umana, 3ª ed., Elsevier Masson, 2007, ISBN 978-88-214-2976-7.

Voci correlateModifica