Necropoli di Mandra Antine

Necropoli di Mandra Antine
Thiesi - Necropoli di Mandra Antine (06).JPG
Incisioni della Tomba Dipinta
CiviltàPrenuragica
UtilizzoArea funeraria
EpocaNeolitico
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneThiesi
Altitudine420 m s.l.m.
Scavi
Data scoperta1961
Date scavi1961
ArcheologoErcole Contu
Amministrazione
EnteSoprintendenza per i beni
archeologici per le province
di Sassari e Nuoro
VisitabileSì su prenotazione chimando il numero 345 04 68 653
Mappa di localizzazione

Coordinate: 40°30′54.6″N 8°37′47.4″E / 40.515167°N 8.629833°E40.515167; 8.629833

La necropoli di Mandra Antine è un sito archeologico situato nel Meilogu, regione storica della Sardegna nord occidentale, in località S'Ozastredu. Fa parte amministrativamente del comune di Thiesi, provincia di Sassari, da cui dista circa 10 chilometri.

La necropoli è composta da quattro domus de janas ricavate in un costone trachitico, alle pendici del monte Ittiresu. Fra di esse spicca per importanza la tomba III, detta anche "Tomba Dipinta", considerata una delle testimonianze più interessanti del Neolitico sardo grazie ai raffinati affreschi ancora conservati al suo interno. A causa delle condizione di abbandono in cui versa il sito gli affreschi subiscono un continuo e rapido degrado.

Il sito è stato scoperto ed indagato nel 1961 dall'archeologo Ercole Contu.

BibliografiaModifica

  • Ercole Contu, Tombe preistoriche dipinte e scolpite di Thiesi e Bessude (Sassari), in Rivista di scienze preistoriche , XIX, 1964, pp. 233–263;
  • Maria Luisa Ferrarese Ceruti, Domus de janas in località Molimentos (Benetutti, Sassari), in Bullettino di paletnologia italiana, XVIII, 76, 1967, pp. 67–135, figg. 1-42;
  • Giovanni Lilliu, La civiltà dei Sardi dal Neolitico all'età dei nuraghi, Torino, E.R.I., 1975;
  • Editta Castaldi, Il "culto" del toro nella preistoria della Sardegna ed il problema delle tre cavità sull'alto dei prospetti delle tombe di giganti, in Archivio per l'antropologia e l'etnologia, CVI, 1976, pp. 439–458;
  • Giuseppa Tanda, Arte preistorica in Sardegna. Le figurazioni taurine scolpite dell'Algherese nel quadro delle rappresentazioni figurative degli ipogei sardi a "domus de janas", Sassari, Dessì 1977, p. 12;
  • Giuseppa Tanda, L'arte delle domus de janas nelle immagini di Jngeborg Mangold, Sassari, Chiarella, 1985, pp. 148–152;
  • Giuseppa Tanda, Thiesi Loc. Mandra Antine, in I Sardi. La Sardegna dal Paleolitico all'età dei nuraghi, a cura di E. Anati, Milano, Jaca Book, 1984, pp. 320–321.

Galleria d'immaginiModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica