Apri il menu principale
Neon Future I
ArtistaSteve Aoki
Tipo albumStudio
Pubblicazione30 settembre 2014
Durata40:53
Dischi1
Tracce10
GenereElectronic dance music
EtichettaUltra, Dim Mak
ProduttoreSteve Aoki
Chris Lake e Tujamo (traccia 6)
Afrojack (traccia 8)
Registrazione2013-2014
FormatiCD, LP, download digitale
Steve Aoki - cronologia
Album precedente
(2012)
Album successivo
(2015)
Singoli
  1. Rage the Night Away
    Pubblicato: 21 aprile 2014
  2. Delirious (Boneless)
    Pubblicato: 24 giugno 2014
  3. Free the Madness
    Pubblicato: 24 giugno 2014
  4. Get Me Outta Here
    Pubblicato: 16 settembre 2014
  5. Born to Get Wild
    Pubblicato: 8 dicembre 2014
  6. Back to Earth
    Pubblicato: 3 aprile 2015
  7. Afroki
    Pubblicato: 2 giugno 2015
  8. Neon Future
    Pubblicato: 10 luglio 2015

Neon Future I è il secondo album in studio del DJ statunitense Steve Aoki, pubblicato il 30 settembre 2014 dalla Ultra Music e dalla Dim Mak Records.

Il discoModifica

Il titolo è stato annunciato da Aoki il 4 marzo 2013 in un'intervista con la rivista statunitense Billboard, data nel quale ha descritto la concezione musicale dell'album come "luminoso e positivo":[1]

«I brani sono molto colorati. Sono più emotivi. La musica, per me, si è evoluta ed è cambiata. Quella è una gran parte del perché voglio chiamare [l'album] "Neon Future". Ecco perché voglio la mia festa a Las Vegas. Volevo mettere realmente una bandiera per terra che dicesse "Questo è il sound che si potrà sperimentare a una festa come questa. Quando ci si addenterà [in essa], l'idea è che si cammina in un neon future."»

Il 22 aprile Aoki ha rivelato il progetto Neon Future si sarebbe diviso in due parti: la prima parte sarebbe stata pubblicata il 12 agosto dello stesso anno, mentre la seconda sarebbe stata pubblicata agli inizi del 2015;[2] nello stesso periodo è stato pubblicato per il download digitale il primo singolo Rage the Night Away, realizzato con la partecipazione vocale di Waka Flocka Flame.[2]

Il 24 giugno 2014 sono stati pubblicati per il download digitale i singoli Delirious (Boneless), rivisitazione di Boneless del 2013, e Free the Madness,[3][4] mentre nel mese di agosto sono state annunciate sia la posticipazione della data di pubblicazione dell'album, fissata al 30 settembre, sia il coinvolgimento nello stesso di artisti quali Fall Out Boy e Machine Gun Kelly.[5]

TracceModifica

  1. Transcendence (Intro) (feat. Ray Kurzweil) – 2:03
  2. Neon Future (feat. Luke Steele of Empire of the Sun) – 6:17
  3. Back to Earth (feat. Fall Out Boy) – 4:03
  4. Born to Get Wild (feat. will.i.am) – 4:45
  5. Rage the Night Away (feat. Waka Flocka Flame) – 4:45
  6. Delirious (Boneless) (Steve Aoki, Chris Lake & Tujamo feat. Kid Ink) – 3:43
  7. Free the Madness (feat. Machine Gun Kelly) – 4:19
  8. Afroki (Steve Aoki & Afrojack feat. Bonnie McKee) – 4:17
  9. Get Me Outta Here (feat. Flux Pavilion) – 5:15
  10. Beyond Boundaries (Outro) (feat. Aubrey de Grey) – 1:26
Tracce bonus nell'edizione giapponese
  1. Boneless (Steve Aoki, Chris Lake & Tujamo) – 4:30
  2. Rage the Night Away (Milo & Otis Remix) (feat. Waka Flocka Flame) – 3:35
Neon Future I - Club Edition[6]
  1. Neon Future (Club Edition) (feat. Luke Steele of Empire of the Sun) – 5:46
  2. Back to Earth (Club Edition) (feat. Fall Out Boy) – 5:01
  3. Born to Get Wild (Club Edition) (feat. will.i.am) – 4:22
  4. Rage the Night Away (Club Edition) (feat. Waka Flocka Flame) – 5:31
  5. Free the Madness (Club Edition) (feat. Machine Gun Kelly) – 4:22
  6. Afroki (Club Edition) (Steve Aoki & Afrojack feat. Bonnie McKee) – 6:03

ClassificheModifica

NoteModifica

  1. ^ (EN) Zel McCarthy, Steve Aoki Reveals 'Neon Future' Album Title, New Hakkasan Residency: Exclusive, Billboard, 4 marzo 2013. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  2. ^ a b (EN) Matt Medved, Steve Aoki Announces New Double Album, Madison Square Garden Release Party, Billboard, 22 aprile 2014. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  3. ^ (EN) DELIRIOUS (BONELESS), Beatport. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  4. ^ (EN) REE THE MADNESS, Beatport. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  5. ^ (EN) Joe Lynch, Exclusive: Steve Aoki on 'Neon Future,' Working With Fall Out Boy & Trying to Live Forever, Billboard, 28 agosto 2014. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  6. ^ NEON FUTURE I - CLUB EDITION, Beatport. URL consultato il 31 gennaio 2015.
  7. ^ a b c d (NL) Steve Aoki - Neon Future.I, Ultratop. URL consultato il 30 gennaio 2015.
  8. ^ (EN) Steve Aoki - Chart history (Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 31 gennaio 2015.
  9. ^ (EN) Steve Aoki - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 31 gennaio 2015.
  10. ^ (EN) Steve Aoki - Chart history (Dance/Electronic Albums), Billboard. URL consultato il 31 gennaio 2015.
  11. ^ (EN) Steve Aoki - Chart history (Digital Albums), Billboard. URL consultato il 31 gennaio 2015.
  12. ^ (EN) Steve Aoki - Chart history (Independent Albums), Billboard. URL consultato il 31 gennaio 2015.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica