Apri il menu principale

Nera Montoro

frazione del comune italiano di Narni
Nera Montoro
frazione
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Umbria-Stemma.svg Umbria
ProvinciaProvincia di Terni-Stemma.svg Terni
ComuneNarni-Stemma.svg Narni
Territorio
Coordinate42°30′10″N 12°28′27″E / 42.502778°N 12.474167°E42.502778; 12.474167 (Nera Montoro)Coordinate: 42°30′10″N 12°28′27″E / 42.502778°N 12.474167°E42.502778; 12.474167 (Nera Montoro)
Altitudine115 m s.l.m.
Abitanti422 (2001)
Altre informazioni
Cod. postale05035
Prefisso0744
Fuso orarioUTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Nera Montoro
Nera Montoro

Nera Montoro è una frazione del comune di Narni, in provincia di Terni.

Il paese si articola in tre parti separate, a 115 m s.l.m., che totalizzano 422 abitanti (dati Istat, 2001). Dalla fine del 1900 un nuovo villaggio è nato a nord, tanto che il primigenio nucleo svolge la funzione di centro storico.

StoriaModifica

L'abitato di Nera Montoro nacque agli inizi degli anni '30 del XX secolo come villaggio aziendale per i dipendenti dello stabilimento elettrochimico della Terni Industrie Chimiche. La logica era quella di creare una unità lontana dalla città, in cui l'operaio (normalmente di estrazione agricola) avesse a disposizione un orto per integrare i propri redditi e potesse vivere in un ambiente salubre. Ne nacque una esperienza di città-giardino, rimasta sostanzialmente intatta. Il paese venne finito di costruire nel 1931 e nel 1937 vi venne aggiunta la chiesa; dopo la II guerra mondiale venne parzialmente ricostruito.

Economia e manifestazioniModifica

Il paese nasce esclusivamente come quartiere ove alloggiano gli operai della allora Terni - Società per l'Industria e l'Elettricità. Lo stabilimento, aperto nel 1915, originariamente produceva clorato di sodio ed ammoniaca sintetica, ed ora di esso rimangono solo alcuni capannoni di buon valore archeologico-industriale [1]. Nel 2006 l'azienda è stata rilevata dalla norvegese Yara e sono nati dei timori riguardo alla possibilità di un ridimensionamento dello stabilimento, con conseguente ricaduta sull'occupazione locale [2].

Sempre nel 1915, venne anche realizzata una centrale elettrica, sulla sponda sinistra del Nera. L'impianto originario, realizzato in pietra, è stato ristrutturato più volte; essa è alimentata da due prese, una localizzata a Stifone e l'altra a Recentino [3].

Negli anni '70, gran parte degli stabilimenti chimici passa sotto la proprietà di Enichem.

Nella zona si trova anche una moderna centrale a cogenerazione (turbogas) che produce circa 50 MW di potenza elettrica [4].

Infine, da rilevare la presenza dell'unico stabilimento nazionale della Alcantara S.p.A., che produce l'omonimo materiale sintetico, molto usato nell'arredamento e nella tappezzeria.

Presente anche uno stabilimento della Bayer, che produce fogli in materiale plastico Makrolon.

A metà giugno vi si svolge la Sagra dei fiori di zucca.

Voci correlateModifica

SportModifica

Impianti sportiviModifica

  • Piscina comunale

Collegamenti esterniModifica

  Portale Umbria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Umbria