Niccolò Bianchini

vescovo cattolico italiano
Niccolò Bianchini
vescovo della Chiesa cattolica
Template-Bishop.svg
 
Incarichi ricopertiVescovo di Sovana (1746-1750)
 
Nato2 febbraio 1689 a Scansano
Nominato vescovo15 settembre 1746 da papa Benedetto XIV
Consacrato vescovo4 dicembre 1746 dal cardinale Giovanni Antonio Guadagni
Deceduto22 maggio 1750 (61 anni) a Scansano
 

Niccolò Bianchini (Scansano, 2 febbraio 1689Scansano, 22 maggio 1750) è stato un vescovo cattolico italiano.

BiografiaModifica

Nato a Scansano nel 1689, entrò a fare parte dell'ordine dei carmelitani scalzi, ricoprendo per tre volte la carica di padre provinciale. Fu poi per venticinque anni professore di teologia morale all'Università degli Studi di Pisa.[1]

Il 15 settembre 1746 venne nominato vescovo di Sovana da papa Benedetto XIV e fu consacrato il 4 dicembre seguente dal cardinale Giovanni Antonio Guadagni.[1]

Il 10 marzo 1747 ebbe inizio da Sorano la prima visita pastorale, cui seguì una seconda, iniziata il 1º aprile 1750 a Montemerano, rimasta però incompiuta a causa della morte del vescovo, avvenuta il 22 maggio 1750. Fu sepolto nella chiesa collegiata di Scansano.[1]

Genealogia episcopaleModifica

La genealogia episcopale è:

NoteModifica

  1. ^ a b c Niccolò Bianchini 1689-1750, su beweb.chiesacattolica.it. URL consultato il 14 febbraio 2021.

BibliografiaModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN304911627 · BAV 495/61343