Nodar Gabunia

pianista e compositore sovietico, poi georgiano

Nodar Gabunia (Tbilisi, 9 luglio 1933Amsterdam, 31 agosto 2000) è stato un pianista, compositore e insegnante georgiano.

BiografiaModifica

Nodar Gabunia entrò al Conservatorio di Stato di Tbilisi nel 1951. Nel 1954 si trasferì a Mosca proseguendo quindi la sua formazione al Conservatorio Ciajkovskij. Studiò pianoforte con Alexandre Goldenweiser e composizione con Aram Khachaturian. Dopo aver ottenuto il diploma nel 1962, iniziò immediatamente a insegnare al Conservatorio di Stato di Tbilisi, diventandone poi direttore nel 1984, ruolo che tenne fino alla morte, anche se negli ultimi anni visse nei Paesi Bassi.

A livello internazionale, fu docente ospite al Conservatorio reale dell'Aia nei Paesi Bassi.

Nodar Gabunia svolse un'intensa attività di concertista. Le sue opere sono fortemente influenzate dalla ricerca di un linguaggio musicale di origine georgiana. Egli cercò di fondere il romanticismo della musica della sua terra con le tendenze europee del tempo.

Il suo repertorio, molto ampio, include composizioni proprie più lavori musicali di Johann Sebastian Bach, Beethoven, Bartók, Prokofiev e molti altri maestri.

Per un breve periodo lavorò come funzionario dell'Unione Sovietica. Durante la sua vita, ottenne medaglie e riconoscimenti sia georgiani che internazionali. Nel 1973 vinse il Concorso Internazionale di Musica Grand Prix dell'Unesco.

Opere principaliModifica

Composizioni per orchestraModifica

SinfonieModifica

  • Sinfonia nr. 1 (1974)
  • Sinfonia nr. 2 (1984)
  • Sinfonia nr. 3 nota anche come Sinfonia Gioconda (1988)
  • Poema-elegia per orchestra da camera (1974)

ConcertiModifica

  • Concerto nr. 1 (1961)
  • Concerto nr. 2 (1976)
  • Concerto nr. 3 (1986)
  • Concerto per violino (1981)

Musica vocaleModifica

  • Kwarkare Tutaberi (1973)

Musica da cameraModifica

  • Sonata per violino (1961)
  • Sonata per tromba, piano e percussioni (1980)

Musica per pianoforteModifica

  • Sonatina per piano (1961)
  • Improvvisazione e Toccata (1962)
  • Sonata per piano N°1 (1966)
  • Sonata per piano N°2 (1968)
  • Sonata per organo (1987)

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN338945 · ISNI (EN0000 0000 5522 1696 · LCCN (ENn83191562 · GND (DE135193036 · BNF (FRcb15719731n (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n83191562