Nottingham Panthers

Nottingham Panthers
Hockey su ghiaccio Ice hockey pictogram.svg
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Trasferta
Colori sociali Nero, oro e argento
              
Simboli Pantera nera
Dati societari
Città Nottingham
Paese Regno Unito Regno Unito
Lega Elite Ice Hockey League
Fondazione 1946
Presidente Regno Unito Neil Black
General manager Regno Unito Gary Moran
Allenatore Canada Corey Neilson
Capitano Regno Unito Daniel Meyers
Impianto di gioco National Ice Center
(7'500 posti)
Sito web http://www.panthers.co.uk
Palmarès
IIHF Continental Cup
Trofei internazionali 1 Continental Cup
Si invita a seguire lo schema del Progetto Hockey su ghiaccio

Il Nottingham Panthers è un club britannico di hockey su ghiaccio di Nottingham.

Istituita nel 1946, la compagine milita attualmente nell'Elite Ice Hockey League dove vanta quattro titoli di lega, cinque campionati, sei Coppe Autumn e otto Coppe Challenge a livello nazionale. Inoltre è il primo e unico club inglese ad aver vinto una Coppa Continentale.

La squadra è l'unica ad aver sempre preso parte al campionato inglese dalla sua fondazione.

Le Pantere possono vantare ben sedici giocatori nella Hall of Fame britannica di hockey su ghiaccio; sono sempre stati altresì numerosi gli atleti della compagine ad essere membri della squadra nazionale.

StoriaModifica

OriginiModifica

Risale al 1939 la nascita di una prima formazione della squadra, a seguito del completamento dell'impianto da gioco; la prima compagine era formata da un gruppo di giocatori arrivati dal Canada; nonostante l'iscrizione alla English National League per la stagione 1939-40, gli atleti furono richiamati in patria anzitempo, a causa dello scoppio del secondo conflitto mondiale.[1] Bisognerà aspettare sette anni per permettere ai Panthers di scendere sul ghiaccio: risale infatti al 22 novembre 1946 l'esordio del sodalizio sportivo in una gara ufficiale contro i Wembley Monarchs, usciti sconfitti per 3-2.[2]

Nei primi periodi la squadra non brillò; durante i primi quattro anni, infatti il team riusci a terminare il campionato nella fascia alta della classifica una volta sola.[3] Nonostante ciò la squadra ottenne fin da subito una discreta fama e un numero ragguardevole di tifosi; in particolare Chick Zamick divenne uno tra i migliori marcatori di sempre del campionato inglese, aggiudicandosi più volte il titolo di Atleta di Nottingham dell'anno, riconoscimento fino ad allora assegnato perlopiù ai calciatori.[4]

I primi successi arrivarono nel campionato 1950-51: dopo aver ottenuto il quarto posto nella Coppa Autumn, le Pantere ottennero il primo titolo nazionale; il club inoltre risultò primo per numero di gol segnati.[5] Nella stagione 1953-54 la squadra si laureò nuovamente campione di lega, superando di un solo punto il Streatham nonostante un inizio di stagione non particolarmente proficuo.[3]

La stagione successiva vide la nascita della Britsh league, lega arricchita dalla presenza di compagini scozzesi: le Pantere otennero un secondo posto, dietro gli Harringay Racers. L'anno successivo le squadre scozzesi abbandonarono la lega, (eccezion fatta per il club dei Paisley Pirates) che si trovò ad essere composta da appena cinque compagini;[6] la squadra di Nottingham fece il bis conquistando la Coppa Autumn prima e il terzo titolo di campione di lega poi, con appena un gol di scarto sui Wembley Lions.[7]Guidata per la prima volta dal già cictato Zamick nelle vesti di allenatore, la compagine partecipò inoltre vittoriosa ad un torneo svedese, la Coppa Ahearne.[8][9]

GiocatoriModifica

Impianto di giocoModifica

NoteModifica

  1. ^ Mick Holland, Nottingham Panthers, in Nottingham Evening Post Football Post, LXXXVI, n. 18, 18 novembre 2006.
  2. ^ Chambers, Michael A. (ed.), Nottingham Panthers Factual Scrapbook 1939–2007, Nottingham, M. A Chambers, 1º settembre 2007, ISBN 978-0-9539398-1-7.
  3. ^ a b Chambers, Michael A. (ed.), Nottingham Panthers Statistical Guidebook 1946–2000, Nottingham, M.A. Chambers, November 2000, ISBN 978-0-9539398-0-0.
  4. ^ Victor "Chick" Zamick, su Panthers History. URL consultato il 30 novembre 2006 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2007).
  5. ^ 1950/51, su Panthers History. URL consultato il 30 novembre 2006 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2007).
  6. ^ Ice Hockey Journalists UK, su web.archive.org, 21 settembre 2010. URL consultato il 9 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 21 settembre 2010).
  7. ^ "Panthers Gain League Title By 7–6 Win Over Racers", in Nottigham Evening Post, 7 maggio 1956.
  8. ^ A to Z Encyclopaedia of Ice Hockey - Ah, su web.archive.org, 8 marzo 2012. URL consultato il 9 agosto 2020 (archiviato dall'url originale l'8 marzo 2012).
  9. ^ A to Z Encyclopaedia of Ice Hockey - Championship & League - Others, su web.archive.org, 3 marzo 2016. URL consultato il 9 agosto 2020 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).

Collegamenti esterniModifica