Apri il menu principale

Number 99

film del 1920 diretto da Ernest C. Warde
Number 99
Number 99 (1920) - 2.jpg
Titolo originaleNumber 99
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1920
Durata50 min
Dati tecniciB/N
film muto
Generedrammatico
RegiaErnest C. Warde
SoggettoWyndham Martin (romanzo)
SceneggiaturaJack Cunningham
Casa di produzioneRobert Brunton Productions
FotografiaArthur L. Todd
Interpreti e personaggi

Number 99 è un film muto del 1920 diretto da Ernest C. Warde che ha come protagonisti J. Warren Kerrigan e Fritzi Brunette. La sceneggiatura si basa su One Week-End, romanzo di Wyndham Martyn apparso a puntate in una rivista, pubblicato a New York nel 1919[1].

Indice

TramaModifica

 
Fritzi Brunette e J. Warren Kerrigan

Arrestato perché accusato ingiustamente di un crimine che non ha commesso, Arthur Penryn scappa una notte su una limousine rubata. Inseguito dalla polizia, si rifugia in una casa di campagna dopo aver perso l'automobile, caduta dentro un laghetto. Cynthia, la figlia del padrone di casa, decide di aiutarlo: nella tenuta si sta tenendo una festa e lei presenta Arthur agli altri ospiti come James Valentine, un amico di suo fratello. Quando però il vero Valentine arriva, i due sono costretti a chiuderlo nel garage. Nel corso del party, Arthur scopre l'identità del vero colpevole e, con l'aiuto di Cynthia, lo smaschera, facendolo arrestare. Dopo tante avventure vissute insieme, Cynthia e Arthur capiscono di essersi innamorati l'uno dell'altra.

ProduzioneModifica

Il film fu prodotto dalla Robert Brunton Productions

DistribuzioneModifica

Distribuito dalla W.W. Hodkinson e dalla Pathé Exchange, uscì nelle sale cinematografiche statunitensi il 23 maggio 1920.

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema