Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Oculo (disambigua).

Per oculo od occhio s'intende, in architettura, un'apertura di forma circolare praticata nelle pareti di un edificio.[1][2]

L'oculo del Pantheon di Roma in un dipinto del 1734 di Giovanni Paolo Pannini

GeneralitàModifica

Il termine viene spesso usato anche per l'apertura circolare che si può ritrovare alla sommità di una cupola, con lo scopo di fare entrare luce all'interno della costruzione.[3] L'apertura dell'oculo di una cupola corrisponde, per posizione e dal punto di vista statico, a quella della chiave di volta in un arco. Per stabilizzare questo punto critico, l'oculo di costruzioni come il Pantheon è rinforzato da una cornice dotata di elementi metallici.[4]

Un oculo può spesso essere solo dipinto (effetto Trompe-l'œil).

Esempi di oculi architettoniciModifica

NoteModifica

  1. ^ òcchio, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  2. ^ Giulio Carlo Argan, Storia dell'arte italiana, vol. 1, Firenze, Sansoni, 1968. In Glossario.
  3. ^ opàion, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana.
  4. ^ alssa.altervista

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura