Oficleide

Oficleide
Ophicleide 001.jpg
Incisione ritraente un oficleide
Informazioni generali
Classificazione 423.21
Aerofoni a bocchino
Uso
Utilizzo 1 mancante
Genealogia
 AntecedentiDiscendenti 
serpentonesassofono

L'oficleide è uno strumento musicale a fiato costruito nel 1817 da Halary. Il suo nome deriva dalla fusione di due nomi: ophis (serpente) e cleide (chiave), da cui "serpente a chiavi". Infatti questo strumento deriva dall'antico "serpentone", strumento basso della famiglia dei cornetti rinascimentali, ma costruito in ottone anziché in legno rivestito da cuoio, con l'aggiunta di 11 chiavi.

L'Oficleide fu usato da Gaspare Spontini, Hector Berlioz, Felix Mendelssohn, Gioachino Rossini, Richard Wagner, Antonino Pasculli, Giuseppe Verdi e altri nelle proprie opere; fu rimpiazzato dalla tuba, strumento dotato di maggiore sonorità.

È proprio partendo dall'oficleide che Adolphe Sax inventò il sassofono, che nella prima denominazione si chiamava «nuovo oficleide» ovvero «oficleide a bocchino».

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4831780-9
  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica