Apri il menu principale
Diogenes Searching for an Honest Man, dipinto attribuito a Johann Heinrich Wilhelm Tischbein (circa 1780)

L'onestà (dal latino honestas) indica la qualità umana di agire e comunicare in maniera sincera, leale e in base a princìpi morali ritenuti universalmente validi, evitando di compiere azioni riprovevoli nei confronti del prossimo.[1]

Contrariamente si parla di disonestà che si può in alcuni casi configurare come reato punibile penalmente, ad esempio nei casi di corruzione e concussione di pubblici ufficiali e falsa testimonianza. L'onestà ha infatti un'importante centralità nei rapporti sociali e costituisce uno dei valori fondanti dello stato di diritto.[senza fonte]


NoteModifica

  1. ^ onèsto in Vocabolario - Treccani, su www.treccani.it. URL consultato il 13 febbraio 2019 (archiviato dall'url originale il 17 ottobre 2018).

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàGND (DE4151136-0