Apri il menu principale

Oratorio della Natività di Maria Santissima e San Carlo

Ex oratorio della Natività di Maria Santissima e San Carlo
Masone-IMG 0274.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLiguria
LocalitàMasone
Indirizzopiazza Oratorio
Coordinate44°30′12.04″N 8°42′36.2″E / 44.503344°N 8.710056°E44.503344; 8.710056Coordinate: 44°30′12.04″N 8°42′36.2″E / 44.503344°N 8.710056°E44.503344; 8.710056
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1665
Usosala polivalente
Realizzazione
AppaltatoreArciconfraternita Natività di Maria Santissima e San Carlo
ProprietarioArciconfraternita Natività di Maria Santissima e San Carlo

L'ex oratorio della Natività di Maria Santissima è stato un luogo di culto cattolico situato nel comune di Masone, in piazza Oratorio, nella città metropolitana di Genova. Sconsacrato, è attualmente adibito a sala polivalente.

Storia e descrizioneModifica

L'antico oratorio, oggi sconsacrato, è inserito nel nucleo storico del borgo di Masone, a breve distanza dalla porta di ingresso del Seicento. Fu eretto nel 1665 dalla locale confraternita, quest'ultima tutt'oggi presente (nel nuovo oratorio, ex parrocchiale) e di sua proprietà. Al suo interno sono presenti alcune decorazioni e stucchi risalenti all'ultimo trentennio del XVIII secolo.

La confraternita si è spostata durante la seconda guerra mondiale nell'attuale sede, visto che le truppe tedesche avevano requisito l'oratorio per accamparsi. I classici "banchi" dei confratelli, tutte lungo le pareti, furono distrutti e dati alle fiamme per riscaldarsi. Quando i tedeschi si ritirarono la confraternita, viste le pessime condizioni dell'oratorio decise di restare nella ex parrocchia, dove ancora oggi è luogo di raduno dei confratelli per provare gli artistici crocefissi (antica tradizione ligure) e per le varie funzione religiose.

Dopo l'occupazione tedesca e l'inagibilità, l'oratorio fu diviso in lotti e affittato alla gente del posto. Dopo anni i confratelli decisero di togliere la divisione e vi allestirono un cinema che non durò molto, visto che negli anni sessanta del Novecento una rinomata fabbrica di Masone chiese di poter usufruire dei locali per la lavorazione della pelle.

Infine fino agli anni novanta questo oratorio è stato sede dell'Associazione Pro Castello, organizzatrice di rappresentazioni e cortei medioevali. Attualmente l'oratorio (oratorio fuori porta visto che è costruito fuori dalle mura del castello) è una sorta di sala polivalente e per usufruirne è necessario richiederne la disponibilità all'Arciconfraternita Natività di Maria Santissima e San Carlo di Masone.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica