Apri il menu principale

Orchestra Sinfonica di Malmö

Orchestra Sinfonica di Malmö
Malmö Live, augusti 2015-1.jpg
Malmö Live Concert Hall
Paese d'origineSvezia Svezia
(Malmö)
GenereMusica classica
Periodo di attività musicale1925 – in attività
Etichetta
Sito ufficiale

Coordinate: 55°36′27″N 12°59′37″E / 55.6075°N 12.993611°E55.6075; 12.993611

L'Orchestra Sinfonica di Malmö (Svedese: Malmö Symfoniorkester) è un'orchestra svedese, con sede a Malmö. Dal 2015 ha i suoi locali nella Sala Concerti Malmö Live recentemente costruita.[1]

L'orchestra dispone attualmente di un gruppo di 94 musicisti. Dal 2011 il direttore principale dell'orchestra è Marc Soustrot. Il suo attuale contratto con l'orchestra è fino al 2017.[2]

StoriaModifica

L'orchestra fu fondata nel 1925 con Walther Meyer-Radon come primo direttore principale, dal 1925 al 1929. Herbert Blomstedt ha tenuto il titolo di Huvuddirigent (direttore principale) dal 1962 al 1963. In passato principali direttori ospiti erano stati Brian Priestman (1988-1990), Gilbert Varga (1997-2000), e Mario Venzago (2000-2003).

In un primo momento il complesso eseguiva i concerti sinfonici e serviva come orchestra per la Malmö Opera and Music Theatre, ma dal 1991 l'orchestra è stata dedicata esclusivamente ai concerti per orchestra sinfonica.

Tra il 1985 e il 2015, l'orchestra diede la sua serie principale di concerti nella Malmö Concert Hall, dopo di che si trasferì al Malmö Live.

RegistrazioniModifica

L'orchestra ha effettuato registrazioni per BIS Records e Naxos Records.[3][4]

Nel 2011, l'Orchestra Sinfonica di Malmö fece un'esecuzione per la colonna sonora del videogioco Assassin's Creed: Revelations.

Direttori capoModifica

NoteModifica

  1. ^ Om Malmö Live. Malmö Live. Retrieved 1 September 2015.
  2. ^ Soustrot fortsätter, in Sydsvenskan-Nyheter Dygnet Runt, 12 novembre 2012. URL consultato il 5 marzo 2013.
  3. ^ Andrew Clements, Schmidt: Symphony No 1, etc; Malmö SO/Sinaisky, in The Guardian, 3 aprile 2009. URL consultato il 7 febbraio 2010.
  4. ^ Andrew Clements, Schmidt: Symphony No 2; Fuga Solemnis: Malmö SO/Sinaisky, in The Guardian, 16 ottobre 2009. URL consultato il 7 febbraio 2010.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN128828367 · ISNI (EN0000 0001 0944 6621 · LCCN (ENn78024355 · GND (DE5066321-5 · WorldCat Identities (ENn78-024355
  Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica