Apri il menu principale

Ottava Armata della Strada (Esercito Rivoluzionario Nazionale)

Ottava Armata della Strada
八路軍
Eighth Route Army fighting on Futuyu Great Wall, 1938.jpg
Soldati dell'Ottava Armata della Strada mentre combattono sulla Muraglia cinese nel 1938.
Descrizione generale
Attiva22 settembre 1937 - 1947
NazioneFlag of the Republic of China.svg Repubblica di Cina
ServizioFlag of the Chinese Communist Party.svg Partito Comunista Cinese
TipoArmata della Strada
RuoloFanteria
Dimensione600.000 uomini
Guarnigione/QGProvincia dello Shanxi e Provincia dello Shaanxi
ColoriGrigio
Battaglie/guerreSeconda guerra sino-giapponese
Guerra civile cinese
Parte di
Comandanti
ComandanteZhu De
Commissario politicoPeng Dehuai
"fonti nel corpo del testo"
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'Ottava Armata della Strada dell'Esercito Rivoluzionario Nazionale (in cinese: 八路軍) conosciuta anche come 18º Gruppo d'Armate dell'Esercito Rivoluzionario Nazionale, è stata un'Armata sotto il comando del Partito Comunista Cinese, nominalmente parte della struttura dell'Esercito Rivoluzionario Nazionale del Kuomintang durante la Seconda guerra sino-giapponese.

L'Ottava Armata della Strada fu creata con elementi dell'Armata Rossa Cinese il 22 settembre 1937, quando i comunisti cinesi formarono il Secondo Fronte Unito insieme al Kuomintang contro il Giappone agli inizi della Seconda guerra sino-giapponese, nome con cui è conosciuta la Seconda guerra mondiale in Cina. Insieme alla Nuova Quarta Armata, l'Ottava Armata della Strada costituì la principale forza comunista cinese durante il conflitto contro il Giappone e si trovò sotto il comando di Mao Zedong e del generale Zhu De. Anche se ufficialmente designata come 18º Gruppo d'armate dai Nazionalisti, l'Armata era indicata dai comunisti cinesi e dai giapponese come Ottava Armata della Strada. L'Ottava Armata della Strada indossava uniformi dell'Esercito Rivoluzionario Nazionale e sventolava la bandiera della Repubblica di Cina e utilizzò per lo più la tattica della guerriglia contro i giapponesi, i collaborazionisti e in seguito dopo la guerra altre forze nazionaliste. L'Armata fu rinominata in Esercito Popolare di Liberazione nel 1947, dopo la fine della Seconda guerra mondiale dopo che i nazionalisti e i comunisti cinesi ripresero la loro guerra civile.

L'Ottava Armata della Strada consisteva di tre divisioni (la 115° comandata da Lin Biao, la 120° comandata da He Long e la 129° comandata da Liu Bocheng). Durante la Seconda guerra mondiale l'Ottava Armata comunista operò per la maggior parte nella Cina del Nord, infiltrandosi dietro le linee giapponesi, per stabilire basi guerrigliere nelle aree remote e rurali. La principali unità dell'Ottava Armata erano aiutate da Milizie locali organizzate dai contadini.

Il Partito Comunista Cinese istituì uffici di reclutamento in città controllate dai nazionalisti a Chongqing, Guilin e Ürümqi che erano chiamati Uffici dell'Ottava Armata della Strada.

I coreani etnici che combatterono nell'Ottava Armata della Strada in seguito entrarono nell'Armata Popolare Coreana, l'esercito comunista della Corea del Nord durante la Guerra di Corea.

Norman Bethune, un dottore e comunista canadese combatté nell'Ottava Armata della Strada[1]

NoteModifica

  1. ^ Tse-tung, Mao. "IN MEMORY OF NORMAN BETHUNE". www.marxists.org..

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN126637991 · LCCN (ENn50057986 · NLA (EN36592771 · WorldCat Identities (ENn50-057986