8. Armee (Deutsches Heer)

suddivisione dell'esercito tedesco
Armeeoberkommando 8
Stab eines Armeeoberkommandos.svg
Simbolo dell'alto comando dell'esercito tedesco (1871-1918)
Descrizione generale
Attiva1913 - 1919
NazioneGermania Germania
ServizioKaiserstandarte.svg Esercito tedesco
Dimensione210.000 uomini (agosto 1914)[1]
Battaglie/guerreFronte Orientale (Prima guerra mondiale)
Comandanti
Degni di notaMaximilian von Prittwitz
Paul von Hindenburg
Voci su unità militari presenti su Wikipedia

L'8. Armee / Armeeoberkommando 8 (A.O.K. 8) fu una grande unità dell'esercito imperiale tedesco (Deutsches Heer), che durante la prima guerra mondiale fu schierata sul fronte orientale.

Prima guerra mondialeModifica

Allo scoppio del primo conflitto mondiale l'"Ottava Armata", costituita da quattro corpi d'armata reclutati prevalentemente in Prussia orientale e Prussia occidentale, venne assegnata al fronte orientale con la missione di bloccare il possibile attacco russo contro il confine orientale tedesco.[1][2]

Dopo la battaglia di Gumbinnen (17 agosto 1914), il comandante dell'armata Generaloberst[3] Maximilian von Prittwitz ordinò la ritirata verso la Vistola.[2] A seguito di questa decisione il comandante fu sostituito dal Feldmaresciallo Paul von Hindenburg, affiancato dal generale Erich Ludendorff come capo di Stato Maggiore.[4] Sotto il nuovo comando l'armata ottenne due grandi vittorie contro i russi nelle battaglie di Tannenberg e dei Laghi Masuri. Allo scoppio della guerra l'8. Armee era composta da:

ComandantiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b (EN) The Battle of Tannenberg, 1914 di Birrion Sondahl.
  2. ^ a b Priscilla Mary Roberts, World War One - A Student Edition, 2005, pag. 846.
  3. ^ letteralmente colonnello generale, equivalente a generale d'armata.
  4. ^ Priscilla Mary Roberts, World War One - A Student Edition, 2005, pag. 846-847.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Grande Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Grande Guerra