Chongqing

municipalità della Cina
Chongqing
municipalità
(ZH) 重庆市 (Chóngqìng shì)
Chongqing – Veduta
Localizzazione
StatoCina Cina
Amministrazione
GovernatoreHuang Qifan
Segretario PCCSun Zhengcai
Territorio
Coordinate29°33′30″N 106°34′00″E / 29.558333°N 106.566667°E29.558333; 106.566667 (Chongqing)
Altitudine237 m s.l.m.
Superficie82 401 km²
Abitanti30 484 300 (2019)
Densità369,95 ab./km²
Prefetture19
Contee19
Comuni1259
Altre informazioni
Cod. postale4000 00 - 4099 00
Prefisso23
Fuso orarioUTC+8
ISO 3166-2CN-CQ
Codice UNS50
Targa渝 A, B, C, F, G, H
PIL(nominale) 789,4 miliardi ¥ (2010)
PIL procapite(nominale) 27 596 ¥
Cartografia
Chongqing – Localizzazione
Sito istituzionale

Chongqing [ʈʂʰəŋtɕʰiŋ] (重庆S, ChóngqìngP) è una città della Cina centro-meridionale e una delle quattro municipalità autonome della Repubblica Popolare Cinese amministrativamente parificate alle province.

L'area urbana di Chongqing è fra le più popolose del mondo: la zona urbana vera e propria conta circa 8 milioni e mezzo di abitanti, ma entro i confini municipali si superano i 31 milioni[1], il che la rende la singola città più popolata del mondo oltre che la più estesa; infine, l'hinterland arriva a raccogliere circa 39 milioni di persone[2].

StoriaModifica

 
Il moderno centro di Chongqing

Si ritiene che Chongqing corrisponda al semi-mitologico Regno di Ba, fondato nell'XI secolo a.C. dall'omonimo popolo Ba e distrutto nel 316 a.C. dal Regno di Qin. L'imperatore della Dinastia Qin dispose la costruzione di una nuova città, chiamata Jiang, e istituì la prefettura di Chu. Nel 581, sotto il potere della Dinastia Sui, Chongqing fu trasformata nella prefettura di Yu. Nel 1102, la città venne rinominata Prefettura di Gong.

Nel 1189 il principe Zhao Dun, della Dinastia Song, salito al trono e incoronato Imperatore di Guangzong, ribattezzò la città Chongqing e ne stabilì la sub-prefettura. Nel 1362, durante la Dinastia Yuan, Ming Yuzhen, un contadino ribelle, stabilì a Chongqing il Regno di Daxia per un breve periodo. Nel 1621 venne fondato un altro regno di breve durata, il Regno di Daliang. Nel 1891 Chongqing divenne il primo porto commerciale dell'entroterra aperto ai traffici con stranieri.

Dal 1929 Chongqing divenne una municipalità della Repubblica di Cina. Chongqing fu la capitale provvisoria del governo di Chiang Kai-shek durante la seconda guerra mondiale e subì i duri bombardamenti dell'aviazione militare giapponese, soffrendo inoltre una carestia che portò a fame e malnutrizione a gran parte della popolazione. Nel 1954 la municipalità di Chongqing venne ridotta al rango di città provinciale della Repubblica Popolare Cinese.

Per tre anni Chongqing venne amministrata come città sub-provinciale della provincia del Sichuan. Il 14 marzo 1997 l'ottavo Congresso Nazionale Popolare decise di unire la città di Chongqing con le vicine Fuling, Wanxian e Qianjiang nella municipalità di Chongqing. La nuova municipalità fu creata con l'intenzione di favorire lo sviluppo economico delle regioni occidentali della repubblica e offrire una nuova sistemazione alle persone allontanate dalle aree interessate dalla costruzione della diga delle Tre gole.

Geografia antropicaModifica

Suddivisioni amministrativeModifica

La municipalità è divisa in 40 suddivisioni con status di contea: 15 distretti, 4 città con lo status di contee, 21 contee.

Infrastrutture e trasportiModifica

Chongqing è dotata di una rete molto estesa di autobus, che sono i mezzi più diffusi nel traffico della città, di una metropolitana, e dell'Aeroporto Internazionale di Chongqing-Jiangbei.

A Chongqing è stato inaugurato al aprile 2009 il ponte di Chaotianmen, il ponte ad arco in acciaio con luce maggiore al mondo.

Geografia fisicaModifica

Le coordinate geografiche convenzionali della municipalità sono 105°17'-110°11' Est, 28°10'-32°13' Nord. La temperatura media annua è di 18 °C e le precipitazioni annue registrate corrispondono a 1000–1400 mm. La municipalità confina a est con la provincia dell'Hubei e dell'Hunan, a sud con la provincia del Guizhou, a ovest con la provincia del Sichuan e a nord con la provincia dello Shaanxi. Adagiata sul bordo dell'altopiano Yungui, Chongqing è attraversata dal fiume Jialing e dal tratto superiore del fiume Yangtze.

La città di Chongqing è caratterizzata per lo più da formazioni collinari che riducono in modo significativo l'uso della bicicletta come mezzo di trasporto. Il clima è semi-tropicale con le influenze stagionali monsoniche tipiche dell'Asia meridionale. Durante la seconda guerra mondiale la spessa nebbia che avvolge la città offriva protezione dai bombardamenti dell'aviazione giapponese. Come in molte altre metropoli industriali cinesi, l'inquinamento dell'aria è un serio problema ed è dovuto all'impiego massiccio del carbone per la produzione di energia elettrica per usi domestici e industriali.

EconomiaModifica

Posta a monte del progetto della diga delle Tre gole, Chongqing è la testa di ponte per lo sviluppo economico delle regioni occidentali della Cina. Per questo motivo sono stati stanziati ingenti investimenti per lo sviluppo delle infrastrutture pubbliche della città come la nuova ferrovia sopraelevata per le comunicazioni all'interno della municipalità.

In città crescono anche gli investimenti esteri grazie alla possibilità di godere dei vantaggi di una futura crescita delle regioni occidentali del paese. Nel 2003 il PIL della città ammontava a 225 miliardi di renminbi e il PIL pro capite a 9038 renminbi.

TurismoModifica

La città di Chongqing è sede del più grande auditorium della Repubblica Popolare Cinese, la Grande Sala del Popolo. Costruito nel tipico stile della Dinastia Tang, ha una forma circolare e occupa parte del distretto centrale della città. Il quartier generale del generale USA Joseph Stilwell, usato durante la seconda guerra mondiale, oggi ospita un museo. Il moderno zoo urbano esibisce animali tipici come il panda gigante e la tigre della Cina meridionale. Il raro cane cinese Chongqing prende il nome dalla città.

AmministrazioneModifica

GemellaggiModifica

Chongqing è gemellata con:

Galleria d'immaginiModifica

Panorama di Chongqing.

NoteModifica

  1. ^ (EN) china Chóngqìng (Districts and Counties), su City Population. URL consultato l'11 dicembre 2020.
  2. ^ Dato popolazione al censimento 2010, su news.163.com. URL consultato il 19 luglio 2012 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2011).

BibliografiaModifica

  • Stefano Cammelli, Storie di uomini e di fiumi. Lungo le rive del Fiume Azzurro cercando la Cina di ieri e di oggi, Bologna, Il Mulino, 2016, ISBN 978-88-15-26627-9.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN125995653 · LCCN (ENn81082039 · GND (DE4315770-1 · BNF (FRcb150860406 (data) · NDL (ENJA00636793 · WorldCat Identities (ENviaf-247790309
  Portale Cina: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Cina