Apri il menu principale

Ottavia maggiore

nobildonna romana, sorellastra di Augusto e moglie di Sesto Appuleio

Ottavia maggiore (latino: Octavia Maior; ... – ...) è stata una nobildonna romana, figlia maggiore del console Gaio Ottavio e della sua prima moglie Ancaria. Era così sorellastra di Ottavia minore e del primo imperatore romano Augusto[1].

Poco si sa della sua vita e Plutarco ci riferisce solamente di una figlia di Gaio Ottavio, confondendo spesso le due. Ottavia maggiore era sposata con Sesto Appuleio, Flamen Iulialis.[2][3][4]. Hanno avuto probabilmente due figli, Sesto Appuleio, console ordinario nel 29 a.C. con lo zio Augusto[5] e un secondo figlio chiamato Marco Appuleio, console nel 20 a.C.[6] Dal figlio Sesto ebbe un nipote, anche lui di nome Sesto Appuleio, console nel 14. L'ultimo discendente di Ottavia maggiore è il suo bisnipote, chiamato anche lui Sesto Appuleio, figlio di suo nipote e di sua moglie, Fabia Numantina.[7]

NoteModifica

  1. ^ Svetonio, Augusto 4.1 [1]
  2. ^ ILS 8963; Carthage
  3. ^ Pollini, J., 'Ahenobarbi, Appuleii and Some Others on the Ara Pacis', pp. 456-8
  4. ^ Ronald Syme, Augustan Aristocracy (1989), p. 152
  5. ^ Iscrizioni da Pergamo 2, 419 = Inscriptiones Graecae ad res Romanas pertinentes 4, 323 = Wilhelm Dittenberger, Orientis Graeci inscriptiones selectae 462.
  6. ^ Ronald Syme, Augustan Aristocracy (1989), p. 37
  7. ^ Ronald Syme, Augustan Aristocracy (1989), pp. 316-8