Apri il menu principale

Palasport Livio Romare

Palasport Livio Romare
Palasport Livio Romare.jpg
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneViale dell'Industria
Schio
Inizio lavori1987
Inaugurazione1987
StrutturaPalazzetto dello sport
Mat. del terrenoParquet
ProprietarioComune di Schio
Uso e beneficiari
PallacanestroPall. Schio
Capienza
Posti a sedere2600
Mappa di localizzazione

Coordinate: 45°42′51.84″N 11°22′40.08″E / 45.7144°N 11.3778°E45.7144; 11.3778

Il palasport Livio Romare è un palazzetto dello sport di Schio, in provincia di Vicenza.

Noto sin dalla sua inaugurazione come PalaCampagnola, dal nome della località sul quale sorge, è stato intitolato il 5 dicembre 2015 all'ex giocatore di volley scledense Livio Romare (uno tra i protagonisti dei successi pallavolistici della squadra cittadina negli anni novanta), ad un anno dalla sua prematura scomparsa[1]. Il palasport è un impianto dotato di 2600 posti a sedere, tuttavia nelle partite dalla grande affluenza come le finali scudetto, il pubblico presente all'interno dell'impianto può esser aumentato. Nel palasport sono installati gli impianti per la pallacanestro e pallavolo. Nei locali del piano interrato sono inoltre installati gli impianti per l'arrampicata sportiva e la palestra per la ginnastica artistica, utilizzata dalla società Fortitudo[2].

Interno del palasport

Dalla stagione 1988/89 la Pallacanestro Femminile Schio vi gioca le sue partire casalinghe. Questo palazzetto è stato il teatro dei nove scudetti vinti dalle scledensi. Nella stagione 2007-08 il PalaCampagnola è stato l'unico palazzetto della serie A1 di pallacanestro femminile a rimanere imbattuto al termine sia della stagione regolare che dei play off.

Negli anni novanta ha rappresentato il campo casalingo per la squadra di pallavolo maschile Jockey-Deroma / Wuber militante in serie A1 e A2.

Occasionalmente l'impianto viene utilizzato per manifestazioni ed eventi quali concerti musicali, competizioni di ballo, eccetera.

Dal marzo 2018 è stata allestita presso il palasport una sala museo del Famila basket, la prima del genere in Italia dedicata a una squadra femminile di pallacanestro; intitolata a Antonio Cestaro, padre del presidente della società scledense, nella sala vengono esposti i trofei vinti dalla squadra, le formazioni i dati e le curiosità delle varie annate sportive, le divise delle giocatrici[3].

NoteModifica

  1. ^ http://www.fipavvicenza.it/index.php?option=com_zoo&task=item&item_id=2110&Itemid=182
  2. ^ Comune di Schio: elenco impianti sportivi comunali[1]
  3. ^ [2] Sala museo del Famila basket

Altri progettiModifica