Apri il menu principale

Palazzo Balbi (Campomorone)

Palazzo in Campomorone, provincia Genova
Palazzo Balbi
Campomorone-IMG 1133.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàCampomorone
IndirizzoVia Antonio Gavino
Coordinate44°30′35.09″N 8°53′07.26″E / 44.509747°N 8.88535°E44.509747; 8.88535Coordinate: 44°30′35.09″N 8°53′07.26″E / 44.509747°N 8.88535°E44.509747; 8.88535
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1590-1595
Usocivile
Realizzazione
AppaltatoreCostantino Pinelli
ProprietarioComune di Campomorone

Il palazzo Balbi è un edificio pubblico situato in via Antonio Gavino nel centro urbano di Campomorone, nella città metropolitana di Genova. Il palazzo è sede del municipio e di due musei comunali: il museo civico di paleontologia e mineralogia e il museo delle marionette.

Cenni storici e descrizioneModifica

La costruzione di palazzo Balbi è risalente tra il 1590 e il 1595 ad opera del marchese Costantino Pinelli. Nel territorio di Campomorone erano già presenti alcune ville dei più accreditati nobili genovesi, che qui crearono dei veri e propri traffici commerciali grazie a investimenti specie nell'entroterra.

L'edificio, a pianta irregolare e ampliato nel XVII secolo per volere di Francesco Maria Balbi, presenta al piano terreno ambienti a volta mentre un ampio scalone permette di raggiungere il piano nobile dello stabile.

Nel XVII secolo divenne proprietà del marchese Giacomo Antonio Balbi che nel 1777 fece costruire un altro edificio, chiamato localmente Cabanun, dove nel piano inferiore accoglieva fontane e piccole grotte.

Nel palazzo soggiornò il pontefice Pio VII nel 1815 dove dalla finestra più elevata impartì la benedizione alla popolazione; l'evento è testimoniato in una lapide murata all'ingresso posta nel 1923. Ceduta dal Balbi fu acquistata dalla famiglia Spinola e in seguito dal nativo nobile Luigi Dellepiane che nel 1942 convertì lo stabile in casa di soggiorno per anziani.

Dal 1861, dopo l'acquisto da parte del Comune di Campomorone, è diventato sede del municipio cittadino. Prima di quella data la sede del palazzo comunale si trovava a Larvego. Poco distante da esso, in località Paxu, una sorta di tribunale celebrava i processi civili e penali.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica