Apri il menu principale
Palazzo Canossa
MantovaPalazzoCanossa.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMantova
IndirizzoPiazza Matilde di Canossa
Coordinate45°09′36.22″N 10°47′33.47″E / 45.16006°N 10.79263°E45.16006; 10.79263Coordinate: 45°09′36.22″N 10°47′33.47″E / 45.16006°N 10.79263°E45.16006; 10.79263
Informazioni generali
Condizioniin ristrutturazione
Costruzionemetà XVII secolo
Usocivile
Realizzazione
ArchitettoGiulio Romano
AppaltatoreFamiglia Conossa
ProprietarioFamiglia Colaninno
CommittenteCanossa

Palazzo Canossa è un edificio storico di Mantova, sito in piazza Matilde di Canossa.

Indice

Storia e descrizioneModifica

 
Stemma dei Canossa

Il palazzo, dalle linee barocche,[1] fu costruito tra il 1659 e 1673 e venne commissionato dal marchese Orazio Canossa. I Canossa di Mantova furono un ramo della famiglia di Verona, che ricevette dai Gonzaga il titolo nobiliare di marchesi.

La facciata, in bugnato, è abbellita da formelle in stucco, con immagini di edifici e di paesaggi. Le finestre sono sovrastate da timpani spezzati e le decorazioni delle cornici richiamano l'opera di Giulio Romano.[2] Il portale di ingresso è affiancato da colonne marmoree che sostengono il balcone, sotto le quali trovano posto due sculture raffiguranti il cane, simbolo araldico della casata, che addenta un osso.

L'accesso al piano nobile è scandito da un grande scalone barocco arricchito da statue marmoree raffiguranti Ercole, Marte, Giove, Nettuno e Plutone, realizzate dallo scultore Matteo Pedrali, al servizio di corte Gonzaga. Le volte dello scalone ed alcune stanze furono affrescate dal pittore Giovanni Battista Caccioli.[3]

Il palazzo fu abitato dai Canossa fino alla metà dell'Ottocento e venne in seguito adibito ad uffici, a scuole[4] ed ambulatorio. Acquistato nel 2004 dalla famiglia Colaninno[5], è attualmente (Gennaio 2018) in ristrutturazione.

Di fronte al palazzo è stata eretta, a metà del XVIII secolo, la chiesa della Madonna del Terremoto, per aver essa liberato la città dal flagello.

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Gaetano Susani, Nuovo prospetto delle pitture, sculture, architetture ed altre cose particolari di Mantova, Mantova, 1830.

Collegamenti esterniModifica