Apri il menu principale

Palazzo Chiarini

edificio di Grosseto
Palazzo Chiarini
Palazzo Chiarini.JPG
Palazzo Chiarini
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàGrosseto
Indirizzovia dell'Unione
Coordinate42°45′36.08″N 11°06′57.45″E / 42.760022°N 11.115958°E42.760022; 11.115958Coordinate: 42°45′36.08″N 11°06′57.45″E / 42.760022°N 11.115958°E42.760022; 11.115958
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVII secolo

Palazzo Chiarini è un edificio situato nel centro storico di Grosseto. La sua ubicazione è lungo via dell'Unione.

Storia e descrizioneModifica

Il palazzo fu costruito in epoca seicentesca, venendo restaurato durante il secolo successivo, senza tuttavia perdere gli originari elementi architettonici e stilistici. Durante il secolo scorso il cambiamento del tessuto urbano di questa area del centro storico, susseguente agli eventi bellici della seconda guerra mondiale, ha di fatto lasciato il fabbricato in posizione più distaccata dagli altri edifici, apparendo più come una villa urbana. Un recente restauro ha infine permesso di riportare il palazzo agli antichi splendori.

Palazzo Chiarini si presenta come un edificio che nell'insieme si sviluppa a pianta rettangolare, articolandosi su tre livelli. Il portale d'ingresso ad arco tondo è delimitato lateralmente e superiormente da elementi in bugnato, che gli conferiscono una particolare eleganza stilistica; sopra di esso è collocato sulla facciata un grande stemma araldico probabilmente riconducibile alla famiglia che ha conferito la denominazione al palazzo. Il portale è raggiungibile attraverso una rampa di scale esterna che culmina con un balconcino che precede la soglia d'ingresso, delimitando superiormente un ingresso secondario ad arco ribassato che si apre al livello sottostante. Ai livelli superiori si aprono ad intervalli regolari finestre di forma rettangolare architravate, con elementi decorativi collocati al di sopra di esse. Le pareti esterne si presentano quasi interamente rivestite in intonaco, con elementi in bugnato che decorano gli angoli tra una facciata e l'altra.

BibliografiaModifica

  • Marcella Parisi (a cura di). Grosseto dentro e fuori porta. L'emozione e il pensiero (Associazione Archeologica Maremmana e Comune di Grosseto). Siena, C&P Adver Effigi, 2001.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica