Apri il menu principale

Pandroso

personaggio della mitologia greca, figlia di Cecrope
Pandroso
Rubens, Peter Paul - Finding of Erichthonius - 1632-1633.jpg
Pandroso ed Erittonio di Pieter Paul Rubens
Nome orig.Πάνδροσος
Epiteto"tutta rugiada"
SessoFemmina

Pandroso (in greco antico: Πάνδροσος) è un personaggio della mitologia greca, figlia di Cecrope e Aglauro[1].

Pandroso fu venerata in Atene come la dea della rugiada e come la prima donna ad aver filato. Il suo santuario, il Pandroseion, era collocato sull'acropoli.

MitologiaModifica

Atena affidò alle tre sorelle il piccolo Erittonio che aveva una coda di serpente al posto della gambe. Le due sorelle di Pandroso vedendolo impazziscono e si suicidano gettandosi giù dall'Acropoli[2] o, secondo Igino, nel mare.[3]

Solo Pandroso sopravvive e lo cresce dall'infanzia fino alla sua definitiva trasformazione in serpente. Successivamente Erittonio, si ritira a vivere in una grotta, nella quale viene ucciso da Poseidone che lo assimila divenendo Poseidone-Eretteo.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN72284346 · GND (DE122786114 · CERL cnp00571604 · WorldCat Identities (EN72284346
  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca