Paolo Balboni

linguista italiano

Paolo Ernesto Balboni, a volte attestato come Paolo Emilio Balboni[1] (Sestola, 11 giugno 1948[2]), è un linguista italiano, docente universitario e studioso di glottodidattica, autore di saggi per la didattica delle lingue straniere e di manuali di italiano L2. Attualmente è Direttore del Centro di Didattica delle Lingue di Ca' Foscari, ed è professore onorario di Linguistica Educativa..

BiografiaModifica

Figlio di contadini, nasce nel 1948 nell'Appennino Tosco-Emiliano. Trascorre gli anni della prima infanzia in Sud America, prima in Argentina, poi in Cile. Tornato in Italia, nel 1971 si laurea in Letteratura inglese presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Dopo una breve esperienza come insegnante di scuola superiore, dal 1984 al 1992 è ricercatore dell'Università di Venezia. Dal 1992 al 1995 è professore associato e direttore del Centro linguistico di Ateneo presso l'Università per stranieri di Siena.

Nel 1997 torna a Venezia e due anni dopo fonda il Laboratorio ITALS (Italiano come Lingua Straniera) che si occupa di ricerche sull'apprendimento e l'insegnamento dell'italiano per stranieri, inclusa la formazione dei docenti.

Dal 2000 al 2018 è professore ordinario di didattica delle lingue straniere moderne, dal 2018 è professore onorario.

È autore di numerose pubblicazioni sulla didattica dell'italiano a stranieri, sulla didattica delle lingue straniere moderne, sulla didattica dei linguaggi settoriali nelle lingue straniere, sulla comunicazione interculturale, sulla storia dell'insegnamento linguistico in Italia, oltre che di un dizionario di glottodidattica e di un dizionario online della stesse disciplina.

Ha curato manuali di italiano per italiani e per stranieri, nonché molti libri di testo dedicati all'educazione linguistica.

I modelli alla base dell'educazione linguisticaModifica

Paolo Balboni ha cercato di superare la tradizione della linguistica educazionale, o edulinguistica, o glottodidattica, spesso limitata alla prospettiva operativa - che pure ha curato in molti manuali per la formazione dei docenti - per cercare dei principi di educazione linguistica (cioè dell'insegnamento delle lingue materne, seconde, straniere, classiche, etniche) che potessero essere validi in ogni tempo e luogo, prima di essere caratterizzati dalle tradizioni culturali ed educative dei singoli popoli.

In altre parole, Balboni ha elaborato dei modelli che possono consentire un'interazione tra gli studiosi di ogni cultura al di là delle tradizioni culturali in cui sono cresciuti o operano, per iniziare un processo di universalizzazione della ricerca che in mole altre discipline è già realizzato o avviato. I modelli sono stati elaborati e pubblicati negli anni nella sua vasta produzione scientifica, ma hanno trovato una sintesi in "A Theoretical Framework for Language Education and Teaching" (Cambridge Scholars, 2018). Tra i principali modelli potenzialmente universali cui ha lavorato troviamo: a. L'educazione linguistica come attivazione della facoltà di linguaggio, tratto caratterizzante della specie 'homo sapiens' b. L'educazione linguistica come fulcro dell'educazione semiotica, alla significazione e alla comunicazione, quindi anche alla comunicazione scientifica ed artistica c. Un modello di competenza e performance comunicativa, sia all'interno di una singola lingua/cultura, sia in eventi interculturale in cui gli interlocutori appartengono due lingue/culture, anche se usano una lingua franca tra loro; al suo interno, un modello di realizzazione di sillabi a base pragmatica, basati cioè su funzioni e su atti comunicativi, verbali e non verbali c. un modello espitemologico per gli studi di linguistica educativa, con il conseguente modello di organizzazione della conoscenza in due ambiti, pensiero edulinguistico e azione didattica

Alcune opereModifica

NoteModifica

  1. ^ Il secondo nome Ernesto compare, tra l'altro, in OPAC SBN; è invece utilizzata la forma Paolo Emilio, ad esempio, in aracneeditrice.it e in officina.it.
  2. ^ aracneeditrice.it.
  3. ^ Sulla didattica Archiviato il 25 agosto 2017 in Internet Archive., p. 107 di Übersetzungskurs Deutsch-Italienisch: mit Übungen zur Textanalyse
  4. ^ WorldCat.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN17325315 · ISNI (EN0000 0001 2122 4482 · LCCN (ENn86132321 · BNF (FRcb12486175d (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n86132321