Apri il menu principale

Parco delle Orobie Valtellinesi

parco naturale regionale della provincia di Sondrio
Parco delle Orobie Valtellinesi
Tipo di areaParco regionale
Codice EUAPnon attribuita
StatiItalia Italia
RegioniLombardia Lombardia
ProvinceSondrio Sondrio
Val Venina.jpg
Cartello parco orobie valtellinesi.jpg
Mappa di localizzazione
Sito istituzionale

Coordinate: 46°04′11.53″N 9°53′45.88″E / 46.06987°N 9.896079°E46.06987; 9.896079

Il Parco delle Orobie Valtellinesi è un parco regionale della Lombardia, istituito nel 1989.

Indice

TerritorioModifica

 
Cartello altimetrico del parco

Con una superficie di circa 46.000 ettari il parco include la parte valtellinese della catena delle Orobie, le cui vette variano tra i 2000 m e i 3000 m di altitudine.

Comprende la porzione delle Alpi Orobie posta sul versante sud della valtellina, e si suddivide in diverse vallate tributarie di origine glaciale che da sud confluiscono a nord verso la Valtellina. Tali valli sono, partendo da occidente ed andando verso oriente: Val Lesina, Valli del Bitto, Val Fabiolo, Val Tartano, Val Madre, Val Cervia, Val Livrio, Val Venina, Val d'Arigna, Val Malgina, Val Bondone, Val Caronella e Val Belviso. Le vallate sono tra di loro molto diverse e caratterizzate da diversi tipi di sfruttamento da parte dell'uomo. Si va dai vecchi forni e adiacenti miniere di ferro della Val Venina ai grandi e piccoli bacini artificiali di Val Belviso, Valcervia e Val Venina ai laghetti naturali di Val Lunga (Laghetti di Porcile) e di Val Belviso (Laghi di Torena)

SentieriModifica

La Grande Via delle Orobie, che attraversa in lunghezza l'intero parco, parte da ovest a Delebio e arriva fino all'Aprica. Non molto frequentato per via del fatto che è spesso in ombra e che è un continuo saliscendi, il sentiero offre numerosissimi scorci suggestivi, ed è più ricco di fauna del versante Bergamasco, che si rifugia sul lato nord meno frequentato e quindi più tranquillo. Vi sono inoltre diversi sentieri che, dal fondovalle Valtellinese, salgono in direzione dei numerosi laghi naturali e artificiali del parco.

FaunaModifica

All'interno del parco vivono diversi gruppi di Camosci, Stambecchi, Mufloni e Marmotte. Vi si trovano inoltre scoiattoli, donnole e altre varietà di mammiferi. Tra i predatori, è stata segnalata la presenza del lupo.[1] Tra gli ovipari che si possono incontrare vi sono Picchi, Civette, Aquile (verso la Val Venina), corvi e galli cedroni, raffigurati tra l'altro nell'emblema del parco.

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia